Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

ATA terza fascia: da 20 anni in graduatoria, mai una supplenza. Suggerimenti?

WhatsApp
Telegram

Essere in graduatoria da tanti anni non è una motivazione per essere convocati per supplenze. La chiamata da graduatorie di terza fascia ATA dipende dal punteggio che gli aspiranti hanno e fino al prossimo aggiornamento non è possibile aggiungere titoli di cultura e di servizio.

Un lettore scrive:

Info, sono più di 20 anni che sono in graduatoria come Ata: come collaboratore, come tecnico….ma nemmeno una volta per sbaglio sono stato contattato anche per una sostituzione, in più ad oggi sono anche disoccupato, avete dei suggerimenti in riguardo? Cordiali saluti

Il numero di anni in cui l’aspirante supplente ATA è in graduatoria non vale come requisito per essere convocato. La permanenza in graduatoria non fa aumentare il punteggio, né rappresenta motivazione valida per essere chiamati prima rispetto ad altri candidati “nuovi”.

Ciò che vale ai fini delle convocazioni ATA è il punteggio inserito nell’ultimo aggiornamento della terza fascia (aprile 2021). Il punteggio rimane tale fino al 2024, anno in cui è previsto il prossimo aggiornamento.

In merito ai suggerimenti che il lettore chiede, perciò, non si può che rispondere di attendere il prossimo aggiornamento per potersi vedere valutati eventuali nuovi titoli che vorrà acquisire (a sua discrezione), tenendo in considerazione che i titoli e la loro valutazione potrebbero cambiare nel prossimo decreto.

Il punteggio finora avuto evidentemente non è stato sufficiente per poter ricevere delle convocazioni, poiché gli altri aspiranti convocati avevano e hanno punti in più rispetto al lettore. Le chiamate da terza fascia avvengono infatti per scorrimento delle graduatorie: chi ha presentato un punteggio superiore sta in una posizione avvantaggiata rispetto agli altri.

Si rileva inoltre che, grazie ai contratti covid, diversi aspiranti – anche con punteggi relativamente bassi – lo scorso anno hanno ricevuto convocazioni, permettendo agli stessi di incrementare il punteggio e inserirlo nell’aggiornamento dello scorso aprile.

Le MAD

Potrebbe esserci un’altra possibilità per poter svolgere supplenze ATA: la MAD, domanda di messa a disposizione.

La MAD è un’istanza informale e può essere presentata in qualsiasi provincia, senza alcun limite, tramite raccomandata A/R, consegnata a mano o via mail. Lavorare tramite MAD per il personale ATA può essere difficoltoso, a causa dell’alto numero di aspiranti nelle graduatorie. Le domande di messa a disposizione vengono infatti utilizzate soltanto quando le graduatorie sono esaurite.

Per presentare la MAD, l’aspirante deve essere in possesso dei titoli di accesso richiesti per la terza fascia, ovvero:

Assistente Amministrativo: diploma di maturità;

Assistente Tecnico: diploma di maturità corrispondente alla specifica area professionale;

Cuoco: diploma di qualifica professionale di Operatore dei servizi di ristorazione, settore cucina;

Infermiere: laurea in scienze infermieristiche o altro titolo ritenuto valido dalla vigente normativa per l’esercizio della professione di infermiere;

Guardarobiere: diploma di qualifica professionale di Operatore della moda;

Addetto alle aziende agrarie: diploma di qualifica professionale di operatore agrituristico oppure operatore agro industriale oppure operatore agro ambientale;

Collaboratore Scolastico: diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale, diploma di maestro d’arte, diploma di scuola magistrale per l’infanzia, qualsiasi diploma di maturità, attestati e/ o diplomi di qualifica professionale, entrambi di durata triennale, rilasciati o riconosciuti dalle Regioni.

Per concludere: le possibilità di convocazione per supplenza dipendono dal punteggio e dalla provincia in cui si è inoltrata la domanda. Il candidato potrebbe migliorare la propria posizione in graduatoria vedendo i titoli valutabili per ogni profilo professionale e i punti nel dm 50/2021, e considerando che il prossimo potrebbe subire delle modifiche, oppure tentare con le MAD.

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito