ATA, si può chiamare supplente in caso di decesso o pensionamento. La nota del Ministero

Stampa

Il Ministero pubblica una nota relativa alle supplenze brevi del personale ATA che chiarisce sui divieti delle sostituzioni.

Il Ministero pubblica una nota relativa alle supplenze brevi del personale ATA che chiarisce sui divieti delle sostituzioni.

Infatti, so no giunte al Ministero svariati quesiti sulla possibilità di non applicare il divieto di sostituzione per gli ATA definito nella legge 190 2014 per i casi di decesso o di pensionamento.

Infatti, in queti casi estremi, il Ministero precisa che si potrebbero interpretare non come assenze, ma mancanza di titolare che non comporta un aggravio di spesa.

Per il Ministero, però, non basta. Infatti, la sostituzione potrà avvenire in presenza di queste ipotesi eccezionali e se "irrimediabilmente compromesso il regolare funzioamento delle istituzioni scolastiche, non essendo oggettivamente e altrimenti possibile garantire le condizion minime indispensabili per l'erogazione del servizio col personale a disposizione.

La nota del Ministero

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese