ATA, scuola paritaria non versa contributi ma punteggio è valido. Ordinanza Tribunale

di redazione

item-thumbnail

Un collaboratore scolastico, assistito dall’Avv. Giuseppe Versace del foro di Bologna, potrà vedersi riconosciuto e valutato il periodo svolto presso l’Istituto Paritario, per i periodi A.S. 2003/2004 e 2004/2005.

Lo ha stabilito il Tribunale di Treviso – Sez. Lavoro, che in tempi brevi, con Ordinanza n. 86/2019 del 30.09.2019, emessa dal Giudice Dr. Pietro Gerardo Tozzi, ha accolto il ricorso cautelare, proposto dal C.S., che al termine del contratto di lavoro relativo all’A.S. 2018/2019, esattamente il 4.7.2019, si è visto negare dall’Amministrazione scolastica, la valutazione ai fini giuridici gli anni scolastici 2003/2004 e 2004/2005, svolti presso l’Istituto Paritario.

Ciò perché l’Istituto in questione aveva omesso il versamento dei contributi previdenziali come previsto per legge.

Il Giudice Dr. Tozzi, ha ritenuto sufficienti e provate tutte le richieste avanzate, stabilendo: “accertata l’illegittimità del decreto n. 566 del 4.07.2019 di rettifica punteggio emesso dal dirigente Scolastico dell’I.C. Villorba e Povegliano di Fontane di Villorba e accertato il diritto del ricorrente al riconoscimento del punteggio corrispondente al servizio svolto presso l’Istituto Paritario “Cavour” di Corigliano Calabro in qualità di collaboratore scolastico negli anni 2003/2004 e 2004/2005”. Accogliendo il ricorso.

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione