ATA, è reato penale rifiutarsi di cambiare il pannolino ad alunna disabile. A dirlo la Cassazione

Stampa

Si tratta di una sentenza che farà sicuramente discutere e che riugarda una delle questioni maggiornamente dibattuta per quanto riguarda le mansioni del personale ATA.

Si tratta di una sentenza che farà sicuramente discutere e che riugarda una delle questioni maggiornamente dibattuta per quanto riguarda le mansioni del personale ATA.

La Cassazione con sentenza 22786/16 ha ribadito la condanna penale ad alcune collaboratrici scolastiche del giudice di secondo grado per essersi rifiutate di effettuare un cambio pannolino ad un'alunna disabile.

Cambio pannolino che sarebbe, comunque avvenuto dopo richieste insistenti da parte del dirigente scolastico.

Le collaboratrici erano state prima assolte, quindi condanante dalla Corte di appello, invocando l'articolo 47 del CCNL che oltre all'assistenza dei disabili, richiede la cura "nell’uso dei servizi igienici e nella cura dell’igiene personale".

Il reato contestato è quello di "rifiuto d'atti d'ufficio", dato che oltre ai compiti di vigilanza e sorveglianza, ci sono anche quelli di assistenza agli alunni disabili.

Il nostro dibattito sull'argomento

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur