ATA, Posizioni economiche: a breve l’avvio dei corsi di formazione per surroga

WhatsApp
Telegram

Con la nota 30516 del 21 settembre 2015, il MIUR ha comunicato agli Uffici Scolastici Regionali gli adempimenti per l’organizzazione e l’avvio dei corsi per le posizioni economiche ATA.

Con la nota 30516 del 21 settembre 2015, il MIUR ha comunicato agli Uffici Scolastici Regionali gli adempimenti per l’organizzazione e l’avvio dei corsi per le posizioni economiche ATA.

I percorsi di formazione hanno l'obiettivo di aumentare la professionalità del personale amministrativo, tecnico e ausiliario della scuola (profili Area A e B) mediante l’acquisizione di nuove competenze, che permetteranno l’attribuzione di ulteriori mansioni associate alle posizioni economiche, per ciascuno dei profili interessati. La certificazione rilasciata al termine dei corsi sarà utile al momento ai fini delle procedure per l’attribuzione delle posizioni indicate.

Gli USR acquisiranno le candidature delle scuole a cui verranno successivamente erogate le risorse finanziarie necessarie per la realizzazione dei corsi.

Calendario e procedure in carico agli USR:

  • entro il 21 ottobre comunicare le istituzioni scolastiche (una per Regione) a cui verranno assegnate le risorse;
  • entro il 30 ottobre definire le tipologie dei corsi e gli elenchi dei partecipanti ammessi, tenendo conto delle graduatorie;
  • entro il 30 ottobre comunicare al MIUR le provincie in cui le graduatorie sono esaurite, al fine della formulazione di nuove graduatorie;
  • coordinare le scuole affidatarie dei finanziamenti;
  • garantire il rispetto dei tempi di svolgimento dei corsi (avvio e chiusura);
  • effettuare un monitoraggio sulle attività svolte e raccogliere le rendicontazioni provenienti dalle scuole;
  • attivare iniziative formative, quanto più vicine possibile ai luoghi dove il personale ATA presta il proprio servizio.

Calendario e procedure in carico alle scuole:

  • organizzare i corsi di formazione e garantirne la realizzazione;
  • entro il 30 ottobre selezionare i soggetti erogatori dei corsi;
  • collaborare con gli USR per garantire il rispetto dell’uniformità, della qualità e della tempistica degli interventi formativi;
  • rendicontare le attività formative.

Ogni corso di formazione attivato sarà suddiviso in tre fasi:

  • incontri di formazione in presenza;
  • laboratori formativi dedicati;
  • redazione di un elaborato finale.

L’avvio dei corsi dovrà essere effettuato entro e non oltre il 16 novembre 2015. La spesa complessiva per l’attivazione dei corsi è di 200 mila euro.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito