ATA napoletani assunti con diplomi falsi: si indaga su III fascia, dopo denuncia anonima

WhatsApp
Telegram

La lettera è arrivata anonima sul tavolo del Dirigente dell’Ufficio Scolastico di Treviso, che ha immediatamente interessato la Guardia di Finanza. Nel mirino degli investigatori le graduatorie ATA di III fascia, quelle dalle quali le segreterie scolastiche attingono per l’attribuzione delle supplenze.

Al centro delle verifiche – leggiamo sul Gazzettino Treviso – personale (sia collaboratori scolastici che personale amministrativo) proveniente dalla città di Napoli che potrebbe aver presentato, alla fine degli anni ’90, un diploma falso come requisito di accesso a tali graduatorie. Nessuno si sarebbe accorto finora di nulla, fino a questa denuncia anonima, partita forse sulla scorta di altre indagini che hanno permesso di scovare i “furbetti” dei titoli.

Ad essere convocati dall’Ufficio Scolastico sono stati i Dirigenti Scolastici, chiamati a produrre la documentazione relativa a questo personale, anche coloro che hanno lavorato in seguito ad una informale domanda di messa a disposizione.

Una indagine che si presume abbastanza complessa, anche per la distanza temporale rispetto ai fatti.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur