ATA Mobilità: a chi va inviata la domanda entro il 14 maggio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Può presentare domanda di trasferimento il personale a tempo indeterminato che intende cambiare scuola, provincia o profilo di appartenenza.

Tra gli interessati anche coloro i quali non hanno ancora una sede definitiva o hanno perso la titolarità, che dovranno presentare domanda volontaria o attendere le operazioni d’ufficio.

Dove va inviata la domanda

La risposta è contenuta all’art. 28 dell’OM per l’a.s. 2018/19 “Per quanto concerne il personale ATA le domande devono essere compilate on line e trasmesse alla scuola via web. Le istituzioni scolastiche, verificata la congruità degli allegati dichiarati e delle certificazioni allegate ove necessarie, inviano le domande via web e trasmettono le certificazioni cartacee all’Ufficio territorialmente competente.”

Pertanto, compilazione on line, invio alla scuola, trasmissione da parte della scuola all’Ufficio scolastico.

Queste indicazioni valgono per tutti, neoimmessi o personale con più anni di servizio.

Va precisato che – inevitabilmente – queste indicazioni riguardano coloro che hanno una sede di servizio.  Il personale privo di sede la invia all’Ufficio Scolastico territorialmente competente.

Mobilità ATA, domande sino al 14 maggio. Preferenze esprimibili, trasferimento provinciale e interprovinciale. Scheda di sintesi

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione