Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

ATA: la riduzione dell’orario di lavoro a 35 ore settimanali si applica a tutto il personale, anche alle supplenze brevi

Stampa

L’orario di lavoro del personale ATA è sempre difficile da gestire. Ma ci sono dei punti fermi indicati dal CCNL

Mi servirebbe una delucidazione su un dubbio: un contratto annuale o Covid che presta servizio in una scuola con le prerogative al diritto alle 35 ore, può accedere a tale diritto?
Ringraziando sin d’ora per l’attenzione prestata, porgo cordiali saluti!!!

di Giovanni Calandrino – assolutamente si. L’art. 55 del nostro CCNL/2007 norma la RIDUZIONE DELL’ORARIO DI LAVORO A 35 ORE SETTIMANALI definendo che,

Il personale destinatario della riduzione d’orario a 35 ore settimanali è quello adibito a regimi di orario articolati su più turni o coinvolto in sistemi d’orario comportanti significative oscillazioni degli orari individuali, rispetto all’orario ordinario, finalizzati all’ampliamento dei servizi all’utenza e/o comprendenti particolari gravosità nelle seguenti istituzioni scolastiche:

– Istituzioni scolastiche educative;

– Istituti con annesse aziende agrarie;

– Scuole strutturate con orario di servizio giornaliero superiore alle dieci ore per almeno 3 giorni a settimana.

Dunque nessuna distinzione tra il personale assunto a tempo indeterminato o determinato, pertanto anche il personale supplente con tipologia breve, annuale o “covid” ha diritto a tale riduzione se la tipologia oraria lo consente

Personale ATA: qual è l’orario di lavoro giornaliero. Chi può godere di flessibilità

Stampa
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Personale all’estero: preparati al colloquio!