ATA III fascia modello D3: con un unico codice meccanografico si scelgono tutte le scuole appartenenti all’Istituto

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Per il modello D3 scelta delle scuole per gli aspiranti che hanno inviato la domanda di inserimento o aggiornamento delle graduatorie ATA di III fascia entro il 30 ottobre 2017 ci sono dei vantaggi ma anche dei limiti.

SI ESPRIME IL CODICE MECCANOGRAFICO

Durante la compilazione del modello D3 non è possibile, in presenza di Istituti Comprensivi o Istituti di Istruzione Superiore scegliere singole sedi, ma sarà necessario indicare l’intero codice meccanografico.

Il vantaggio è che con un unico codice si esprimono più scuole (tutte quelle appartenenti all’Istituto) o meglio più plessi. Il limite è che se non si volesse lavorare in uno dei plessi appartenenti all’istituto, non è possibile eliminarlo. O si elimina l’intero istituto, e quindi non si esprime il codice, o si accetta già attraverso la scelta delle scuole di andare a lavorare in qualsiasi plesso appartenente a quell’istituto.

SCUOLA CAPOFILA

Ricordiamo che nell’ambito delle 30 scuole è possibile inserire o meno la scuola destinataria del modello di domanda inviato precedentemente (la cosiddetta scuola capofila). Non c’è obbligo ad inserire la scuola capofila. Indicazione Miur

Una volta inserite le scuole, il sistema propone l’elenco di tutte le sedi scelte dall’aspirante. Quest’ultimo ha la possibilità di

  • cancellare la/e sede/i espresse attraverso il simbolo del cestino ( ),
  • oppure spostare l’ordine delle sedi attraverso gli appositi pulsanti: • : sposta in fondo alla lista • : sposta in basso di una posizione • : sposta in alto di una posizione • : sposta in cima alla lista

ATA III fascia, scelta sedi entro il 13 aprile: si inseriscono fino a 30 scuole. Cosa accade se non si presenta modello D3

ATA III fascia: modello D3 guide, tutto quello che c’è da sapere

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione