ATA III fascia: graduatorie oscurate, candidati non possono controllare punteggi, non c’è ancora data scelta sedi

Stampa

“Attenzione! Le graduatorie non sono state ancora diffuse” è il messaggio che compare su Istanze on line ai candidati che nei giorni scorsi potevano controllare il punteggio attribuito dalla scuola alla domada presentata entro il 30 ottobre 2017 per l’inserimento o l’aggiornamento della III fascia ATA.

Non c’è da allarmarsi. Si tratta di una operazione già annunciata dal Ministero ai sindacati qualche settimana fa.

Nel frattempo, con il decreto del 1° dicembre 2017, il triennio di vigenza delle graduatorie è stato modificato. Le nuove graduatorie di III fascia infatti saranno utilizzate solo a partire dall’a.s. 2018/19 e resteranno in vigore fino al 2021.

Graduatorie III fascia ATA, ecco decreto per rimandare di un anno aggiornamento e prorogare vecchie GI

Proseguono quindi i lavori di segreteria per completare il caricamento dei 2milioni circa di domande ricevute. Tale operazione è necessaria e propedeutica all’apertura della funzione, su Istanze on line, per la scelta delle 30 sedi.

A questo scopo, il Ministero ha voluto oscurare i punteggi, in modo da non renderli visibili ai candidati, che potranno accedervi solo a pubblicazione avvenuta degli elenchi provvisori.

Come avevamo già anticipato infatti, la visione del punteggio non autorizza a presentare reclamo (inutile intasare le segreterie), ma può contribuire a rendere più snello il lavoro: a volte infatti le segreterie si rendono conto di errori di valutazione nelle domande grazie alle segnalazioni degli aspiranti.

Riuscire a trovare un equilibrio in tutto ciò però è difficile: le segreterie vengono “prese d’assalto”, per cui il Ministero ha voluto rinviare tutti i possibili contenziosi al momento ufficiale di pubblicazione delle graduatorie.

Stampa

Dattilografia + ECDL: 1,60 punti per il personale ATA a soli 160€!