Ata, gli assistenti tecnici chiedono di staccarsi

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Antonino Gerardi –  Le Organizzazioni Sindacali sono state convocate all’Aran   Martedì 20 Novembre 2018 per l’avvio dei lavori della Commissione sull’ordinamento professionale del personale ATA

Noi assistenti tecnici Miur chiediamo a gran voce a tutte le sigle sindacali che si affrontino tute le problematiche del personale tecnico, chiedendo
un profondo riesame del profilo di Assistente Tecnico, in particolare si chiede la separazione della figura dell’ A.T. dai profili amministrativi e dai collaboratori scolastici, con l’attribuzione di un percorso professionale differente, atto a riconoscere la professionalità specifica degli Assistenti Tecnici, in quanto il nostro lavoro è legato esclusivamente alle attività didattiche.

Le proposte

1. Separazione della figura dell’ A.T. dagli altri profili ATA (Amministrativi, Tecnici e Ausiliari, cd. Collaboratori scolastici), con l’attribuzione di un percorso professionaledifferente, atto a riconoscere la professionalità specifica degli Assistenti Tecnici.

2. Eliminazione del termine “Assistente” in quanto la tipologia del titolo necessario all’accesso al profilo specifica “Tecnico” come definizione acquisita giuridicamentee non lascia spazio all’interpretazione approssimativa di “assistente” quasi a significare un apprendista, posto alle dirette dipendenze del docente ITP, con cuitra l’altro, dal 2008, condivide integralmente le competenze, derivate dallo stesso titolo di studio.

3. Dipendenza esclusiva dal Dirigente Scolastico in relazione a compiti di lavoro ed orario e non come adesso avviene, attraverso le lacunose interpretazioni di leggimai scritte che lasciano intendere la dipendenza derivante dal D.s.g.a., in quanto questa figura si configurerebbe come diretto coordinatore di tutti i lavoratori ATA

4. Prestazione dell’orario di servizio in coincidenza con l’attività didattica, con la previsione di un monte ore da destinare alla manutenzione dei laboratori dicompetenza.

5. Attribuzione dell’ ”istituto della disponibilità” al servizio durante il periodo di sospensione delle attività didattiche, al quale è tenuto anche il personale docentecosi come previsto dall’art 13 (capo III, Norme comuni) del CCNL 2006/09 evitando l’effettiva presenza in servizio che comporterebbe di conseguenza l’assunzione dicompiti non contemplati nel profilo di appartenenza.

6. Determinazione dell’Organico AA TT direttamente dal MIUR o dagli organismi ad esso gerarchicamente collegati e non più, come per il soppresso ruolo degli exassistenti tecnici, da delibera di giunta esecutiva del Consiglio di istituto delle singole scuole.

7. Creazione di una rappresentanza del profilo Assistenti Tecnici (Tecnici di laboratorio) in seno al CSPI

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione