ATA. I e II posizione economica. La nota che blocca restituzione somme percepite

di redazione
ipsef

red – Dopo le anticipazioni del Ministro Carrozza, riprese tempestivamente dal nostro portale, che rassicurava il personale ATA di un passo indietro da parte del Governo, arriva la nota ufficiale.

red – Dopo le anticipazioni del Ministro Carrozza, riprese tempestivamente dal nostro portale, che rassicurava il personale ATA di un passo indietro da parte del Governo, arriva la nota ufficiale.

Infatti, il Ministero aveva dato il via ad un graduale recupero delle somme corrisposte negli anni scolastici 2011/12 2012/13 al personale ATA individuato, negli stessi anni, come avente titolo all’attribuzione della I e II posizione economica di cui alla sequenza contrattuale 12 maggio 2011.

Un’operazione da 13 milioni 177 mila e 110 euro che avrebbe colpito tutto il personale Ata (amministrativo, tecnico, ausiliario) della scuola:

6 milioni e 133 mila euro relativi a 7.704 collaboratori scolastici (circa 600 euro lordi lanno);
4 milioni e 248 mila relativi a 2.668 assistenti amministrativi (1.200 euro lordi l’anno) e
2 milioni e 794 mila euro relativi a 1.170 assistenti tecnici (1.800 euro lordi l’anno)

Prelievo forzoso che giungeva dopo il tentativo di inserire nel DL 104/2013 e nella Legge Stabilità 2014 un emendamento ad hoc per impedire il prelievo, ma tale emendamento pur approvato dalle Commissioni Cultura di Camera e Senato, non aveva superato il vaglio delle rispettive Commissioni Bilancio.

Il 7 gennaio, dunque, la nota che avviava il prelievo, quindi le proteste, ieri le parole del Ministro ed oggi, 9 gennaio, la nota che sancisce il passo indietro del Governo, derogando ad un futuro provvedimento legislativo il mantenimento delle somme legittimamente percepite da collaboratori scolastici e assistenti.

Resta fermo, invece, quanto disposto in ordine alla necessità di procedere al blocco di ogni ulteriore mensilità con decorrenza 01/09/2013.

Scarica la nota 28 del 9 gennaio 2014 che blocco la restituzione delle somme

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione