ATA, controlli graduatorie terza fascia. Punteggi alti sospetti ed elenco scuole paritarie “critiche”

di redazione

item-thumbnail

Avviso dell’Ufficio scolastico di Venezia: Graduatorie di circolo ed istituto ATA, controlli previsti dall’art. 7 del D.M.
640/17. Titoli di studio conseguiti presso scuole paritarie.

L’avviso sottolinea che “devono continuare ad essere svolti tutti gli adempimenti e in relazione a tutte le scuole paritarie ivi esattamente indicati, concernenti i controlli del personale che abbia stipulato un contratto a tempo determinato per il corrente anno scolastico“.

Si rileva che c’è stato un incremento del numero dei depennamenti disposti dalle Istituzioni Scolastiche di competenza, a seguito di controlli i cui esiti non hanno consentito la convalida dell’inserimento nelle graduatorie. Pertanto lo stesso Ufficio invita le scuole a proseguire nell’attività di controlli, ritenuti “cogenti e necessari, in relazione all’attestazione di titoli di studio che sarebbero stati conseguiti presso alcune scuole paritarie“.

L’azione di controllo dovrà riguardare anche i candidati che siano stati inseriti in graduatoria anche se non abbiano nel frattempo avuto un incarico a tempo determinato.

L’articolo 8.5 del D.M. 640/2017 prevede che tutti gli aspiranti sono inclusi nelle graduatorie con riserva di accertamento del possesso dei requisiti di ammissione. L’Amministrazione, in qualsiasi momento, può disporre, con provvedimento motivato, l’esclusione degli aspiranti non in
possesso dei citati requisiti di ammissione.

Al comma 2 dello stesso articolo 8, è stabilito che l’Amministrazione scolastica dispone l’esclusione degli aspiranti che risultino privi di qualcuno dei requisiti di ammissione alla procedura concorsuale ovvero abbiano effettuato autodichiarazioni mendaci o abbiano prodotto certificazioni o autocertificazioni false.

Nell’avviso di Venezia è presente inoltre l’elenco delle scuole paritarie ritenute “critiche”.

 

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione