ATA: contratti trasformati al 30 giugno rischiano di non ricevere il prossimo stipendio, dubbi segreterie

Stampa

In questi giorni le segreterie scolastiche stanno provvedendo alla trasformazione dei contratti finora stipulati fino all’avente diritto per il personale ATA di III fascia in supplenze fino al 30 giugno o 31 agosto.

In assenza di una risposta da parte del Ministero, si tenta di far prevalere il buon senso, prorogando nella maggioranza dei casi i contratti già esistenti, purché essi siano stati stipulati nel rispetto della graduatoria di III fascia e la posizione di nessuno sia stata lesa.

Riceviamo, dal parte dell’Assistente Amministrativo Maria Giorgi la seguente comunicazione

“In questi giorni, in seguito alla comunicazione emanata dal MIUR con la quale è stata prorogata la validità e l’efficacia delle graduatorie di istituto di terza fascia ATA del precedente triennio 2014/2017 e come da comunicazioni varie pervenute dai diversi Uffici Scolastici Regionali, le segreterie stanno confermando fino al 30 giugno o 31 agosto (a secondo della natura del posto), ove possibile, senza da una parte ledere i diritti di graduatoria e dall’altra eventuali problematiche derivanti dalla modifica dei rapporti di lavoro, il personale A.T.A. che era stato assunto a inizio anno con nomina fino all’avente diritto.

Dovendo quindi procedere alla stipula di tali contratti gli assistenti amministrativi si accorgono immediatamente che a SIDI è cambiato qualcosa nella gestione di tali contratti. Infatti quando si entra nel menù a tendina vengono visualizzati nuovi capitoli di spesa.

Ricordo che, come da comunicazione MIUR prot. n. 377 del 24/01/2011, i vecchi capitoli di spesa per i contratti ATA erano i seguenti: 7984 per la scuola dell’infanzia, 7989 per la scuola primaria, 7992 per la scuola secondaria di II grado e 7995 per la scuola secondaria di I grado e l’operatore ha sempre dovuto selezionare il codice in base al grado di scuola dove il personale ATA presta servizio.

Dal 15 dicembre 2017 invece quelli nuovi risultano essere: 7309, 7324, 7337 e 7349. Tuttavia, dopo aver interpellato il numero verde, l’Ufficio Scolastico e la Ragioneria Territoriale dello Stato nessuno sa dire quale codice il nostro istituto di istruzione superiore debba usare. Neppure su NOIPA esiste qualche nota che riporti tali codici e tanto meno il MIUR ha comunicato alle scuole qualcosa in merito.

Tutto questo naturalmente a ridosso delle vacanze di natale, quando tutto il personale vorrebbe veder sistemata la propria posizione e rilassarsi un attimo.”

Colgo l’occasione per porgere a tutti voi cordiali saluti e i migliori auguri di buone feste natalizie.”

Chiediamo ad altri assistenti amministrativi o DSGA che abbiano “svelato l’arcano” di scrivere a [email protected] per poter fornire un servizio ai colleghi.

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese