ATA. Aumenta il numero delle posizioni economiche riconosciute dal MEF

Stampa

In un incontro di informativa al MIUR riguardante il personale ATA  mercoledì 8 giugno 2016, l’Amministrazione scolastica ha aggiornato sui dati delle posizioni economiche beneficiarie della retribuzione relativa al lavoro prestato e tutt’ora non pagato e sulle indennità di reggenza dei DSGA.

In un incontro di informativa al MIUR riguardante il personale ATA  mercoledì 8 giugno 2016, l’Amministrazione scolastica ha aggiornato sui dati delle posizioni economiche beneficiarie della retribuzione relativa al lavoro prestato e tutt’ora non pagato e sulle indennità di reggenza dei DSGA.

Le Amministrazioni territoriali hanno inviato altre comunicazioni sia sulle prime che sulle seconde posizioni economiche.

Le prime posizioni economiche trasmesse e accettate dal Ministero dell’Economia e Finanze (MEF) sono aumentate di circa 200 unità e sono esattamente, ad oggi, 2.548.

Le seconde posizioni economiche trasmesse e accettate dal MEF, ad oggi, sono 393.

Complessivamente esse ammontano a 2.941 unità di personale che finalmente si vedrà riconosciuto il lavoro svolto. Circa 2.700 unità avranno una decorrenza 1 gennaio 2015, mentre le altre hanno una decorrenza successiva.

L’Amministrazione ha inoltre informato che,per quanto riguarda la corresponsione delle indennità di reggenza per i Direttori dei Servizi (DSGA) nell’anno scolastico 2015/2016, i risparmi realizzati per via del dimensionamento delle scuole, consentono ampiamente la copertura finanziaria. 

Partirà dunque quanto prima l’iter per la costruzione dell’Atto di indirizzo con una lettera del MIUR alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Funzione Pubblica.

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata