ATA, assistente amministrativo accetta supplenza come docente: perde titolarità?

ATA accetta incarico di supplenza come docente: perde titolarità? Cosa prevede l’articolo 59 del CCNL 29 novembre 2007?

Il personale ATA può accettare, nell’ambito del comparto scuola, contratti a tempo determinato di durata non inferiore ad un anno, mantenendo senza assegni, complessivamente per tre anni, la titolarità della sede. L’accettazione dell’incarico comporta l’applicazione della relativa disciplina prevista dal presente CCNL per il personale assunto a tempo determinato, fatti salvi i diritti sindacali”: è quanto previsto dall’art. 59, richiamato dall’articolo 34 del CCNI mobilità 2019/22. Un assistente amministrativo mantiene, quindi, la sede di titolarità per tre anni, pur accettando incarichi a tempo determinato anche come docente.

La perdita della titolarità sulla scuola scatta dal 1° settembre dell’anno scolastico coincidente con la quarta accettazione dell’assunzione di incarico in qualità di supplente.

Ottenimento nuova sede titolarità

Per ottenere una nuova sede di titolarità, l’assistente amministrativo (ma ciò vale per qualsiasi profilo ATA) deve presentare domanda di mobilità oppure viene trasferito d’ufficio con punti 0, così come previsto dall’art. 34 del CCNI sopraddetto.

Didattica a distanza, 9 corsi con iscrizione e fruizione contenuti gratuite