ATA, Anief: vanno assunti precari con servizio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato ANIEF – Purtroppo nella PA il personale Ata continua ad essere considerato poco, subendo: l’accantonamento di 12 mila posti, da destinare agli ex LSU e senza la stabilizzazione dei precari dello Stato, la notizia della mancata immissione in ruolo dei collaboratori scolastici, l’inutile attesa per l’attivazione dei posti previste per legge come AS e C, coordinatori dei collaboratori scolastici, degli assistenti tecnici e amministrativi. 

Il presidente dell’AniefMarcello Pacifico, è intervenuto durante la trasmissione di Italia Stampa per parlare di precariato del personale Ata e di come sia possibile sconfiggere tale problema che riguarda moltissimi lavoratori della scuola.

Il presidente Pacifico ha infatti affermato come il Parlamento sia “intervenuto recentemente ponendo fine a un’ingiustizia, quella della stabilizzazione di più dodicimila ex Lsu o comunque ex co.co.co, collaboratori delle cooperative, impegnati nei servizi esternalizzati per fare i collaboratori scolastici. Però da oltre vent’anni abbiamo più di quarantamila collaboratori scolastici nominati ogni anno per fare lo stesso servizio, il loro. Una situazione che è motivo di dubbi e perplessità e che ha convinto il nostro studio legale a presentare un ricorso per stabilizzare anche tutti questi collaboratori. Non è giusto che vengano stabilizzati solo quelli che lavoravano per le cooperative e non quelli al servizio dello Stato. Devono essere tutti stabilizzati. E non dimentichiamo poi gli educatori, gli assistenti all’autonomia e alla comunicazione che non vengono stabilizzati, perché lo Stato ragiona solo sui problemi imminenti della categoria di turno e della proposta più gettonata e non sistematicamente, per rispettare la legge“.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione