ATA 24 mesi: priorità nella scelta della sede (Allegato H) per la sola provincia di inserimento

Stampa

I candidati alla prima fascia delle graduatorie permanenti che hanno presentato l’allegato H possono usufruire della priorità nella scelta della sede solo se l’assistito è nella stessa provincia.

  • Allegato H “DOMANDA PER L’ATTRIBUZIONE DELLA PRIORITA’ NELLA SCELTA DELLA SEDE

PER L’ANNO SCOLASTICO 2019/20”: dichiarazione del diritto alla precedenza nella scelta della sede in base all’art. 21 o all’art. 33 commi 5,6 o 7 della L. 104/92(dichiarazione opzionale da allegare al modello “B1” o “B2” in caso di beneficiario dell’art. 21 E/O 33, COMMI 5, 6 E 7 LEGGE 104/92).

Presentazione del modello H per l’inserimento in prima fascia ATA. Andava presentato anche se il familiare disabile risiede in una provincia diversa da quella in cui si presenta la domanda? Grazie”

di Giovanni Calandrino – La risposta è negativa. Tale precedenza si può usufruire per la provincia in cui si risulta inseriti nelle graduatorie permanenti del personale ATA ai sensi dell’art. 554 del D.L.VO 297/94.

Si può usufruire di tale precedenza nel comune di residenza del familiare disabile o in assenza di posti nel comune viciniore.

La priorità nella scelta della sede, essendo riconducibile a semplice precedenza e non a riserva di posti si realizza, ovviamente, solo nell’ambito del contingente di nominandi aventi titolo al conferimento della stessa tipologia di supplenza.

Naturalmente, se l’interessato non ritiene di accettare nel proprio contingente una supplenza rientrante nella tipologia assegnata con precedenza rispetto ad altra (es. supplenza annuale), il medesimo conserva il diritto a scegliere altra tipologia di supplenza (es., supplenza sino al termine delle attività didattiche).

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur