ATA 24 mesi: cosa accade se si rinuncia alla nomina

di redazione

item-thumbnail

Effetti della rinuncia alla nomina o della mancata presentazione alla convocazioni dalla prima fascia ATA, cioè le graduatorie permanenti in cui si inserisce il personale con 24 mesi di servizio. 

“Sono un’assistente amministrativa di terza fascia. La mia domanda è questa: una volta che si accede alla prima fascia, cosa succede se, in fase di nomina, non ci si presenta o si rifiuta la sede di destinazione?
Grazie.”

di Giovanni Calandrino – L’assenza in fase di convocazione (da Ambito Territoriale) dalle graduatorie permanenti ATA equivale a rinuncia. L’esito negativo (la rinuncia ad una proposta di assunzione o la mancata assunzione di servizio di una proposta di assunzione a tempo determinato) comporta la perdita della possibilità di conseguire analoghi rapporti di lavoro sulla base delle graduatorie permanenti.

L’art. 7 comma 1, Punto A), 1), del D.M. 430/2000 afferma che “la perdita della possibilità di conseguire analoghi rapporti di lavoro sulla base delle graduatorie permanenti, e anche per l’anno scolastico successivo” tuttavia tale sanzione non può essere applicata l’anno scolastico successivo perché le graduatorie permanenti hanno validità annuale.

Quindi in caso di assenza/rinuncia ad una proposta d’assunzione (dall’ufficio scolastico) per l’anno scolastico di riferimento non sarà più convocabile dall’ambito territoriale. Tuttavia potrà essere convocata dalle sole graduatorie d’istituto.

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
Argomenti:
ads ads