ATA, 12.000 nuove assunzioni. Approvata risoluzione su appalti pulizie

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Oggi alla Camera abbiamo compiuto un importante passo in avanti per superare l’indecente e dannoso sistema degli appalti di servizi di pulizia e sorveglianza nelle scuole, che negli anni ha prodotto solo precarietà dei lavoratori e costi maggiori per lo Stato”. Così, in una nota, Luigi Gallo, deputato M5S e presidente della Commissione Cultura a Montecitorio. 

“La risoluzione approvata oggi in commissione Cultura impegna il governo a mettere fine all’esternalizzazione dei servizi e a ridare stabilità ai 12.000 precari del personale ATA che negli ultimi 20 anni hanno prestato servizio, con salari risibili, presso ditte e cooperative. È incredibile”, prosegue Gallo, “che lo Stato abbia continuato finora a preferire un sistema di appalti con una qualità più bassa dei servizi e per di più tenendo nel limbo della precarietà lavoratori storici degli appalti ed ex LSU”.

I portavoce del M5S hanno così commentato “Continueremo a lavorare insieme al Governo per ribaltare questa situazione, ripristinando trasparenza e giustizia in un sistema ormai compromesso e internalizzando gradualmente il personale ATA che attende in graduatoria”, conclude il portavoce M5S.

E’ intollerabile che nelle nostre scuole i servizi di pulizia e sorveglianza siano affidati a ditte e cooperative che sottopagano i lavoratori, mentre i costi a carico dello Stato restano elevati e addirittura superiori a quelli che si sosterrebbero impiegando personale interno”. Lo dichiarano, in una nota congiunta, i membri M5S delle Commissioni Cultura e Lavoro alla Camera.

“Questa situazione, che abbiamo ereditato da chi ci ha preceduto, sta per cambiare: la risoluzione approvata oggi in commissione Cultura impegna il Governo a intervenire per mettere fine all’esternalizzazione dei servizi nelle scuole. Il cambiamento andrà a vantaggio sia dei lavoratori precari del settore, a cui vogliamo restituire dignità e stabilità, sia del mondo della scuola, che potrà contare su un importante risparmio di risorse”, proseguono i portavoce del MoVimento 5 Stelle.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione