AstraZeneca, la proposta di Viola: “Test di coagulazione a chi ha già fatto il vaccino”

Stampa

Un esame del sangue a chi ha ricevuto il vaccino anti-covid di AstraZeneca per verificare lo stato coagulativo. Lo propone l’immunologa dell’università di Padova, Antonella Viola, per rassicurare i cittadini sulla sicurezza del siero anglo-svedese.

Guardando i numeri, sono quasi certa (e dico quasi solo perché il dubbio è il mio mestiere) del fatto che non ci sia un rischio generale di tromboembolismo legato al vaccino AstraZeneca” contro Covid-19. “Ma non credo che alla gente basti che io, i miei colleghi o i politici ripetiamo che il vaccino è sicuro. Perché allora non fare un prelievo alle persone che abbiamo vaccinato nei giorni scorsi e analizzare lo stato coagulativo?“. Lo propone sui social Antonella Viola, immunologa dell’università di Padova.

Attraverso questo test “allora, con dati alla mano, potremmo dire che non ci sono alterazioni indotte dal vaccino e credo che questo messaggio sarebbe molto più forte di qualunque slogan“, aggiunge la scienziata.

 

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur