Assunzioni. Soddisfazione per inclusione GM 2012 nel maxiemendamento che ha ottenuto la fiducia

WhatsApp
Telegram

"Esprimiamo soddisfazione per la fiducia ottenuta dal Governo al Senato sul ddl 1934, per quanto attiene alla nostra inclusione nel piano straordinario di assunzioni a tempo indeterminato: viene così riconosciuta la piena validità della Graduatoria di Merito concorsuale attualmente in vigore, ai sensi del Testo Unico, come incessantemente da noi richiesto”. È quanto dichiara Romina Pepe, portavoce dei docenti del gruppo GM 2012 in rispetto del T.U., in una nota stampa, dopo la discussione sul ddl scuola in Senato e la fiducia ottenuta dal provvedimento.

"Esprimiamo soddisfazione per la fiducia ottenuta dal Governo al Senato sul ddl 1934, per quanto attiene alla nostra inclusione nel piano straordinario di assunzioni a tempo indeterminato: viene così riconosciuta la piena validità della Graduatoria di Merito concorsuale attualmente in vigore, ai sensi del Testo Unico, come incessantemente da noi richiesto”. È quanto dichiara Romina Pepe, portavoce dei docenti del gruppo GM 2012 in rispetto del T.U., in una nota stampa, dopo la discussione sul ddl scuola in Senato e la fiducia ottenuta dal provvedimento.

Restiamo tuttavia – continua la portavoce dei docenti non ancora assunti come migliaia di altri nelle loro stesse condizioni – in una posizione di attesa vigile, sia per quello che riguarda la seconda lettura alla Camera dei Deputati, sia per l’iter amministrativo di stipula dei contratti”.

Inoltre – prosegue Romina Pepe -, esprimiamo solidarietà per la sorte dei nostri colleghi della classe di concorso Infanzia, inizialmente ricompresi nella ‘Buona Scuola’, e poi rinviati per l’assunzione all’approvazione della delega 0-6. Su questa, invitiamo il Governo ad accelerare i lavori, per consentire ai nostri colleghi di avere le medesime prospettive e garanzie di tutti gli altri destinatari del piano”.

Per quanto riguarda l’organico potenziato – spiega la portavoce dei docenti –, sono diverse le domande che necessitano di una risposta: da quali classi di concorso si attingerà per la composizione di questo contingente? Come verrà garantito l’incontro tra fabbisogno delle scuole e professori disponibili? Poniamo questo interrogativo, perché, senza una riflessione attenta su come allineare domanda e offerta, le circa 55mila assunzioni promesse dal Governo sull’organico potenziato si risolverebbero in un annuncio trionfalistico”.

Nonostante la soddisfazione – riflette Romina Pepe –, in noi resta l’amaro in bocca per il fatto che il pieno riconoscimento dei nostri diritti sia stato oggetto di una battaglia assolutamente non dovuta. Abbiamo vissuto in questi mesi sull’ottovolante dell’idoneo assunto sì/idoneo assunto no, vedendo con quanta disinvoltura il Governo ci desse per assunti da settembre 2014 a marzo 2015, salvo poi liquidarci con poco nobili paragoni a radar e guidatori privi di patente nei due mesi successivi, e reimbarcarci come aventi diritto ‘dopo tutti gli altri’ a maggio, fino a questa tappa fondamentale”.

Quanto alla discussione politica su questo ddl, ci sentiamo di rendere merito a molti singoli esponenti della maggioranza e alle opposizioni – prosegue Romina Pepe – per il ruolo che hanno svolto: hanno fatto in modo che si aprissero degli spazi di critica e di ripensamento del ddl, mettendo in luce gli aspetti che più lo allontanavano dal dettato costituzionale e dalla scuola che vorremmo. Aspetti che, al netto delle nostra inclusione nelle assunzioni, continuano a non convincere molti tra noi”.

La nostra inclusione nelle assunzioni dal 2015 – conclude la portavoce degli insegnanti –, obbedendo al principio del concorso pubblico, stabilito all’art. 97 della nostra Costituzione, a quello dell’affidamento stabilito dall’art.2, e a quello dell’eguaglianza sancito dall’art. 3, e rispettando il Testo Unico della Scuola, costituisce tuttavia un passo importante fatto dal Governo e dal Senato, nella direzione della legalità e della costituzionalità del provvedimento”.

GM2012 in rispetto del T.U.

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro