Assunzioni scuola: le esperienze dei docenti neoassunti

WhatsApp
Telegram

Sono 9mila i docenti che nella notte di ieri hanno avuto una proposta di assunzione, i docenti inserite nella fase B che andranno a coprire una parte dei 16.210 posti disponibili.

Sono 9mila i docenti che nella notte di ieri hanno avuto una proposta di assunzione, i docenti inserite nella fase B che andranno a coprire una parte dei 16.210 posti disponibili.

Dei 38mila neo assunti durante questa torrida estate ben 7000 sono stati spostati in un’altra regione, per la maggior parte dei casi lo spostamento è stato da Sud verso Nord, ma non sempre. Vediamo come i neoassunti hanno commentato questo piano assunzioni e le nuove immissioni in ruolo.

Una docente di Taranto ha ricevuto l’incarico ad Ascoli Piceno, a 500Km da casa propria. La docente in questione ha 62 anni, e se è difficile ricominciare a vivere così distante da dove si è sempre vissuto lo è ancora di più ad un passo dalla pensione. Un insegnante che a 62 anni prende un ruolo altrove è sradicato dalle sue origini per andare ad insegnare una materie che, nella migliore delle ipotesi, dovrà comunque ricominciare a studiare perché dopo tanti anni le cose sono sicuramente cambiate.




Vanessa, invece, a 31 anni dalla provincia di Pesaro dovrà spostarsi in Sicilia e precisamente a Trapani, sicuramente una delle province più belle dell’isola ma pur sempre molto molto lontana da casa. Dovrà trovare un alloggio e ricominciare una nuova vita tornando a Pesaro ogni volta che può. Vanessa suona il clarinetto nell’orchestra sinfonica di Pesaro e con il trasferimento dovrà rinunciare a questa grossa fetta della sua vita.

Sul Manifesto si racconta la storia di Anna che ha 38 anni ed è precaria da 9. Insegna alle superiori di Bari e provincia ed è abilitata al sostegno ed è stata destinata a Novara dove si trasferirà portando con se il suo bimbo di 20 mesi, lasciando a Bari il marito. Dovrà provvedere all’alloggio e a trovare un asilo per il bimbo, spese che porteranno via gran parte del suo stipendio.

Sempre sul Manifesto si legge anche di chi è stata più fortunata e vivendo ad Asti è stata destinata ad Alessandria, solo 60 Km di distanza e la possibilità di rimanere a casa propria pur dovendo fare la vita della pendolare.

Tante storie si leggono sui social network e molte altre anche sul Forum #lotteriaprof lanciato dal sito La Stampa dove Dado70 scrive che sua moglie è stata assunta a Parma da Fano.

Su Twitter scrive Balbina e racconta che un suo collega di Catania è stato assunto a Milano e una  di Napoli a Modena.

Simone ha 41 anni è dell’Emilia Romagna, con l’assunzione dovrebbe spostarsi a Salerno, a 700 Km da casa sua senza sapere prima quale sarà la sede precisa che gli è stata assegnata.  

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur