Assunzioni: rifiuto ruolo depennamento GaE? Precari chiedono conferma/smentita al Miur

WhatsApp
Telegram

In seguito all'interpretazione del sindacato Anief, secondo il quale il rifiuto della proposta di assunzione nelle fasi B e C non comporterebbe il depennamento da GaE, i precari chiedono conferme/smentite ufficiali.

In seguito all'interpretazione del sindacato Anief, secondo il quale il rifiuto della proposta di assunzione nelle fasi B e C non comporterebbe il depennamento da GaE, i precari chiedono conferme/smentite ufficiali.

Quella proposta dal sindacato Anief Assunzioni piano straordinario: per Anief chi rifiuta un posto nella Fase B e C non può essere cancellato da Gae/Gm infatti è una interpretazione che al momento non trova conferma nelle informazioni fornite dal Ministero durante la fase di compilazione delle domande, attraverso le FAQ, che affermano

11. Sono iscritto sia nelle graduatorie del concorso 2012 (D.D.G. n. 82/2012) sia in quelle ad esaurimento, e scelgo di partecipare alle fasi b) e c) del piano assunzionale per il concorso. Se non accetto la proposta di nomina, rimango nelle graduatorie ad esaurimento per una successiva nomina?

No. Al momento della compilazione della domanda l'aspirante deve scegliere se vuole partecipare al piano assunzionale per l'una o per l'altra categoria, in modo esclusivo. I soggetti che non accettano la proposta di assunzione eventualmente effettuata in una fase non partecipano alle fasi successive e sono, definitivamente, espunti da tutte le graduatorie.
Dunque, se si è scelto di partecipare per il concorso, si è espunti anche dalle graduatorie ad esaurimento e viceversa.

Il Ministero cioè, non fa che ripetere ciò che afferma la legge n. 107 del 13 luglio 2015.

Anche Tony Saccucci, Presidente dell'associazione Gessetti Rotti, chiede al Ministero, una conferma

"La lettura del comma citato e delle indicazioni sul sito MIUR (chi rinuncia alla nomina è automaticamente escluso dalle fasi successive ed è cancellato da tutte le graduatorie in cui è iscritto) sembrerebbe prevedere l'automatica espunzione dalle GAE in caso di rifiuto della proposta di assunzione o di mancata risposta entro il termine di 10 giorni indicato dalla legge, nonché dall'art. 6, comma 3, del decreto 767 del 17.7.2015 

I precari della GAE chiedono di ricevere una gentile conferma poiché, diversamente, sarebbero legittimati a rifiutare eventuali sedi lontano da quella di appartenenza ritenendo comunque di rimanere inseriti nella GAE.

Inoltre, ci sono docenti che non hanno presentato domanda nel timore che la mancata accettazione avrebbe comportato la cancellazione dalle GAE, come sembrerebbe evincersi dal testo della legge e dal bando."

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito