Assunzioni. Luccisano (MIUR) si grida deportazione docenti, ma no scandalo prove invalsi Sud. Valutare docenti e dirigenti

WhatsApp
Telegram

Sull'argomento caldo dell'estate interviene anche il Capo Segreteria Tecnica del Ministro dell'Istruzione, Francesco Luccisano.

Sull'argomento caldo dell'estate interviene anche il Capo Segreteria Tecnica del Ministro dell'Istruzione, Francesco Luccisano.

Lo fa ramite un Tweet che ha già avuto numerosi commenti: "Si grida alla #deportazione per la mobilità dei docenti assunti. Nessuno grida allo scandalo nazionale per questi dati".

I dati cui fa riferimento Luccisano sono quelli delle prove Invalsi di matematica che vi riportiamo di seguito.


Al tweet di Luccisano sono seguiti numerosi commenti, tra i quali segnaliamo quello di Beniamino Cappelletti Montano, Professore Associato c/o Dipartimento di Matematica e Informatica dell'Università degli Studi di Cagliari, che ha rivolto delle domande a Luccisano.

In particolare, ha chiesto quali misure il Ministero intenda prendere e se il tweet facesse riferimento ad una colpevolizzazione del gap ai docenti d matematica del Sud.

Alla prima domanda Luccisano ha risposto che il modo per risolvere il problema risiede nella "valutazione di tutte le scuole, dei dirigenti e dei docenti + 3 mld in 7 anni di fondi strutturali ben spesi.". Alla seconda affermando che "le colpe le danno i giudici e i preti. Ai governi spetta di risolvere i problemi."

Il Tweet

Si grida alla #deportazione per la mobilità dei docenti assunti.Nessuno grida allo scandalo nazionale per questi dati pic.twitter.com/VvhbB7QBDU

— Francesco Luccisano (@FLuccisano) 20 Agosto 2015

WhatsApp
Telegram

Eurosofia. Ultimi posti disponibili per partecipare all’incontro: “PNRR, Start-up per dirigenti scolastici – Attuazione delle linee di investimento”