Assunzioni lavoratori pulizie scuole, sindacati: 5 mila esclusi. Sciopero il 21 gennaio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Per Filcams, Fisascat e Uiltrasporti la risposta del Miur sul problema esclusi al concorso Ata appalti pulizie non è sufficiente. Sciopero il 21 gennaio.

Ancora parziale la risposta all’internalizzazione delle lavoratrici e dei lavoratori impegnati nella pulizia delle scuole statali. Sono ancora migliaia gli addetti che resteranno esclusi dal provvedimento governativo. Per questo Filcams, Fisascat e Uiltrasporti hanno proclamato una giornata di sciopero nazionale per il 21 gennaio, con manifestazione e presidio a Roma, davanti Montecitorio“. E’ quanto affermano i sindacati.

Il Miur e il Governo non hanno avuto abbastanza coraggio per fare tutte le modifiche richieste dalle Organizzazioni Sindacali, utilizzando altresì tutte le risorse necessarie per dare continuità di occupazione e di reddito alla totalità dei 16mila lavoratrici e lavoratori impiegati oggi negli appalti scuole statali” continuano le tre sigle sindacali, in riferimento al numero di assunzioni (pari a 11.263) effettuate su posti accantonati nel profilo del collaboratore scolastico.

Ricordiamo che il termine per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso è scaduto l’8 gennaio. Le assunzioni dei lavoratori sono previste dal 1° marzo 2020.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione