Assunzioni lavoratori pulizie, 7.000 contratti full time. Graduatorie provinciali, supplenze brevi su posti eccedenti

di redazione

item-thumbnail

Sindacati convocati al Miur il 29 gennaio 2020. Dopo il confronto si fa chiarezza sul proseguimento delle operazioni che porteranno all’assunzione dei lavoratori delle ditte di pulizia dal 1° marzo.

Mercoledì 29 gennaio si è svolto presso il Miur il confronto con i sindacati. Il tavolo è stato aggiornato a mercoledì 5 febbraio.

Dall’incontro emergono i primi (e al momento non definitivi) dati relativi al numero di contratti full time e part time: i primi sarebbero 7.098  e 5.708 i secondi.

Sulle domande inoltrate, quasi 13.000, sono in corso le verifiche sul possesso dei requisiti e dei titoli da parte dei candidati. I controlli avvengono in accordo tra Miur, ministero giustizia e lavoro.

Le assunzioni vengono confermate per il 1° marzo 2020 e quindi entro un mese verranno effettuate tutte le operazioni di controllo.

Dall’incontro, emerge inoltre che, come abbiamo già riferito, verranno formulate graduatorie provinciali, e in base a queste si individueranno i lavoratori che otterranno il tempo pieno.

In seguito, verrà stilata una graduatoria nazionale a scorrimento per altre stabilizzazioni sul turn over. L’obiettivo è assorbire la platea degli aventi diritto.

Non ci si può spostare da una provincia all’altra, ma c’è la possibilità di cambiare provincia per coloro che hanno preso un part time forzatamente o che sono risultati in esubero nella provincia dove hanno presentato domanda.

Una volta che tutte le operazioni saranno concluse, i lavoratori avranno la possibilità di esprimere preferenze diverse da quella della provincia di servizio.

Sui posti eccedenti, anche questo al termine della procedura, potranno essere autorizzate supplenze brevi.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione