Assunzioni infanzia e primaria: concorso 2016, concorso straordinario e ordinario

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Scheda FLCGIL di sintesi per le nuove assunzioni per infanzia e primaria, dopo l’approvazione del Decreto Dignità, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’11 agosto 2018.

Esso prevede l’indizione di due concorsi.

Il concorso straordinario

Riservato ai diplomati magistrali entro l’a.s. 2001/2002 ed ai laureati in scienze della formazione primaria (entro la data di scadenza del bando) che abbiano svolto almeno due anni (180 gg anche non consecutivi oppure ininterrotti dal 1° febbraio agli scrutini finali o al termine delle attività didattiche) di servizio presso le scuole statali nell’ultimo ottennio (le due annualità possono anche non essere consecutive).

Il concorso straordinario, prevede 70 punti per i titoli e 30 punti per la prova orale di carattere metodologico non selettiva. Si svolge una sola volta (il regolamento è previsto entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge) e le relative graduatorie sono ad esaurimento.

Il concorso ordinario

Il concorso ordinario, con cadenza biennale, sarà aperto a tutti i docenit in possesso di abilitazione quindi ai diplomati magistrali con titolo conseguito entro l’a.s. 2001/2002 ed ai laureati in scienze della formazione primaria. Non sono necessari requisiti di servizio.

Le assunzioni

Il 50% dei posti sarà assegnato alle graduatorie ad esaurimento e il restante 50% ai concorsi. Qualora si esauriscano le GAE i posti residui si aggiungono a quelli destinati ai concorsi.

I concorsi a cui è destinata questa quota sono, prioritariamente, il concorso 2016 (inclusi coloro che abbiano raggiunto il punteggio minimo) e successivamente, qualora residuino posti, il concorso straordinario e il nuovo concorso ordinario con quote del 50% ciascuno. Qualora si esaurisca anche la graduatoria del concorso straordinario i posti residui si assegnano al nuovo concorso ordinario.

Versione stampabile
anief
soloformazione