Assunzioni fase B. Per errore Miur invia proposta a 10 docenti senza titolo di sostegno o già nominati in fase 0 e A

WhatsApp
Telegram

Quanto aveva anticipato la FLC CGIL Sicilia sembra trovare conferma nella testimonianza di una docente che racconta la propria esperienza – incubo attraverso le pagine del Messaggero.

Quanto aveva anticipato la FLC CGIL Sicilia sembra trovare conferma nella testimonianza di una docente che racconta la propria esperienza – incubo attraverso le pagine del Messaggero.

La docente racconta infatti quanto le è accaduto, e come l'errore non abbia ancora trovato una soluzione e lei rischi di non poter essere assunta neanche in fase C.

La docente, abilita per infanzia e primaria, è iscritta nelle Graduatorie ad esaurimento della provincia di Siracusa e afferma di aver ricevuto proposta di nomina, in fase B, per un posto di sostegno a Roma, pur non essendo in possesso del titolo di sostegno. Esattamente quanto denunciato dalla FLC CGIL ma, come avevamo sottolineato, l'errore è partito dai dati caricati nel sistema informatico a cura dell'Ufficio, infatti a docente si è resa subito conto dell'errore, perchè su Istanze on line le veniva richiesto di indicare l'ordine di priorità tra posto comune e sostegno. Ossia non è il sistema informatiico utilizzato per la fase B ad aver sbagliato, ma l'errore era già nella domanda presentata.

La stessa situazione – a quanto pare – ha riguardato anche altri 9 colleghi.

Avvertito subito l'Ufficio Scolastico, l'errore non è stato sistemato entro il 14 agosto, data stabilita per la presentazione della domanda per le fasi B e C, per cui la docente ha inoltrato la domanda contenente l'errore (non suo).

Nonostante le rassicurazioni sull'interessamento da parte degli Uffici preposti, la docente ha ricevuto proposta di nomina proprio per il sostegno, per cui non possiede titolo. Una proposta alla quale certo non si può dare seguito. Un posto bruciato dal sistema informativo (a causa di un errore umano), ma non è ancora chiaro se la docente e i colleghi verranno reinseriti in tempo utile per partecipare alla fase C, come spetterebbe loro.

"L'abilitazione su sostegno – spiega l'insegnante al Messaggero – per errore è stata trasmessa al cervellone del Miur che, essendo un sistema informatico, senza sentire ragioni è andato avanti con l'algoritmo. Ho provato a fermare questo treno in corsa ma non c'è stato verso: siamo giunti al 14 settembre, giorno in cui avrei dovuto prendere la cattedra, e invece mi ritrovo in un incubo".

Sulle 244 rinunce (o mancate risposte) comunicate ieri dal Ministero c'è anche il sospetto di qualche posto bruciato per inadempienza da parte degli Uffici Scolastici nella comunicazione dei nominativi che avevano già ricevuto proposta di nomina in fase 0 e A, che sono invece rientrati nell'algoritmo e che guarda caso hanno ricevuto una nuova proposta di nomina.

Proprio questi sono i motivi per cui da più fonti, sindacali e politiche, viene richiesta al Ministero maggiore trasparenza sia per la fase B sia per la fase più complessa, la C.

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria, EUROSOFIA: Il 3 febbraio non perderti il webinar gratuito a cura della Prof.ssa Maria Grazia Corrao