Assunzioni. Faraone: la scuola uno specchio rotto, ognuno pensa al suo frammento

di Lalla
ipsef

Il Sottosegretario Faraone sul Corriere.it risponde ad una domanda sul destino degli abilitati esclusi, secondo l'attuale formulazione del DDL Scuola, dal piano di immissioni in ruolo.

Il Sottosegretario Faraone sul Corriere.it risponde ad una domanda sul destino degli abilitati esclusi, secondo l'attuale formulazione del DDL Scuola, dal piano di immissioni in ruolo.

"Io vedo la scuola come uno specchio che si è rotto – afferma Faraone – ognuno pensa solo al proprio frammento. Bisogna invece rifare lo specchio"

A costo di prendersi insulti – conclude Faraone – era necessario un Governo in grado di "uscire dalla melma".

Il sottosegretario fa riferimento al caos in cui si trovano, dopo decenni di normative sovrapposte, le attuali graduatorie. 

L'obiettivo primario è quello di eliminare la supplentite (ma c'è chi sostiene che non sarà così) e assicurare la ripresa di tutte le attività formative aggiuntive.

Nel piano straordinario sono previste 100.701 assunzioni (GaE e GM – da decidere se solo vincitori o anche idonei) per l'a.s. 2015/16, cui seguirà entro il 1° ottobre 2015 un bando di concorso per 60.000 posti da assegnare in un triennio, cui potranno partecipare (secondo l'attuale formulazione del testo) solo docenti in possesso di abilitazione, compresi ITP.

L'idea del concorso è la più osteggiata dai precari delle GI che, appoggiati dai sindacati, chiedono un piano pluriennale di immissioni in ruolo.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione