Assunzioni docenti 2023 da GPS, sia sostegno che posti comuni. La norma piacerebbe, quali sono le difficoltà per realizzarla

WhatsApp
Telegram

Assunzioni docenti per l’anno scolastico 2023/24: è già tempo di parlarne perché l’iter normativo per realizzare eventuali nuovi percorsi è di solito abbastanza lungo. In un primo incontro Ministero e sindacati hanno espresso le proprie proposte, ma l’attenzione dei docenti precari si concentra in particolare su una, realizzata negli ultimi due anni scolastici e particolarmente apprezzata.

Si tratta dell’assunzione dei docenti dalle GPS, le graduatorie provinciali per le supplenze, costituite con OM n. 112 del 6 maggio 2022. Le graduatorie avranno ancora validità nell’anno scolastico 2023/24 e agli elenchi già costituiti si affiancheranno gli elenchi aggiuntivi alla prima fascia. Graduatorie GPS, elenchi aggiuntivi a.s. 2023/24: chi può inserirsi, come e quando

Assunzioni da GPS sostegno

Questa è la proposta del Ministero, che vorrebbe ripetere lo schema già individuato dal DL 73/2021 con assunzione con contratto a tempo determinato, anno di prova e formazione,  ruolo. Al momento non sono emersi altri particolari sulla proposta.

La proposta del Ministero è limitata ai posti di sostegno, in quanto rivolta a docenti che hanno conseguito nel 99% dei casi la stessa tipologia di specializzazione.

E i posti comuni?

Alcuni sindacati vorrebbero affiancare alla procedura anche l’assunzione per posti comuni, addirittura anche da seconda fascia.

Così ad. es. l’Anief propone ” Dopo positiva valutazione del percorso annuale di formazione e prova il docente, in possesso di abilitazione all’insegnamento o di specializzazione, è assunto a tempo indeterminato e confermato in ruolo. La conferma nei ruoli per i candidati assunti con riserva dalla seconda fascia avviene soltanto dopo il conseguimento
dell’abilitazione o della specializzazione su posti di sostegno.

Gli aspiranti inseriti nella seconda fascia delle graduatorie provinciali per le supplenze sono ammessi in sovrannumero ad appositi corsi universitari annuali di abilitazione e specializzazione. Al termine dell’anno di specializzazione le università accordano, sulla base di un esame finale, il conseguimento dell’abilitazione o della specializzazione per le attività di sostegno. La negativa valutazione dell’esame finale consente la reiterazione del percorso. ”

oppure la Gilda degli insegnanti “proponiamo di mantenere in vigore il doppio canale di reclutamento con assunzioni da Gps di prima fascia non soltanto per le cattedre di sostegno, ma anche per i posti comuni”.

Rendere strutturale il reclutamento dei docenti abilitati o specializzati sul sostegno in GPS è un’idea condivisa anche da UIL Scuola Rua e FLCGIL.

Le difficoltà

Per i posti comuni, se si pensa solo alla prima fascia GPS bisognerebbe considerare tutte le tipologie di abilitazione, anche quelle conseguite senza selezione in ingresso.

Se la norma si estendesse anche alla seconda fascia GPS, è evidente che il percorso di abilitazione sarebbe tutto da pensare e strutturare.

Discorsi che dovranno essere affrontati nelle prossime settimane.

Assunzioni docenti precari da GPS e concorsi. Cos’è il “doppio canale” richiesto dai sindacati

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro