Assunzioni da GPS Sostegno 2022, in arrivo il decreto ministeriale. Gli ultimi aggiornamenti

WhatsApp
Telegram

Il Ministero dell’Istruzione ha convocato oggi i sindacati per l’informativa sul prossimo decreto ministeriale che regolamenterà la nuova procedura straordinaria di assunzioni da I fascia GPS sostegno in attuazione dell’articolo 5-ter del decreto-legge 30 dicembre 2021, n. 228.

Come lo scorso anno, infatti, le GPS saranno interessate dalle nomine finalizzate all’assunzione a Tempo Indeterminato dopo le procedure “ordinarie” di nomina da Graduatorie di Merito e GaE.

Cosa prevede la procedura:

  • l’assegnazione di un contratto a tempo determinato ai docenti che sono iscritti nella prima fascia delle graduatorie provinciali per le supplenze per i posti di sostegno. Il contratto a tempo determinato di cui al comma 1 è proposto esclusivamente nella provincia e nelle tipologie di posto per le quali il docente risulta iscritto nella prima fascia delle GPS per i posti di sostegno e per le quali produca domanda.
  • Svolgimento del percorso annuale di formazione iniziale e superamento della prova disciplinare di idoneità
  • Immissione in ruolo con decorrenza giuridica dal 1° settembre 2022.

Come si presenta la domanda: gli aspiranti manifestano la volontà di partecipare alla procedura e attestano il possesso dei requisiti tramite istanza nella stessa provincia nella quale risultino iscritti nella prima fascia delle GPS per il posto di sostegno in modalità telematica attraverso lapplicazione Istanze on Line (POLIS)”.

Cosa si indica nella domanda: le tipologie di posto per le quali, avendone titolo, si intende partecipare alla procedura e lordine di preferenza delle istituzioni scolastiche distinto per tipologia di posto; è possibile esprimere le preferenze di sede anche attraverso lindicazione sintetica di comuni e distretti.

Pubblicazione preventiva dei posti disponibili: gli USR indicano il numero di posti disponibili in ogni istituzione scolastica, distinti per tipologia di posto.

Assegnazione dei posti: gli Uffici verificano le istanze presentate, assegnano gli aspiranti alle singole istituzioni scolastiche attraverso una procedura automatizzata nellordine delle tipologie di posto indicate e delle preferenze espresse, sulla base della posizione rivestita nella prima fascia delle GPS di sostegno. In caso di indicazione di preferenze sintetiche, lordine di preferenza delle istituzioni scolastiche allinterno del comune o del distretto è effettuato sulla base dellordinamento alfanumerico crescente del codice meccanografico.
Gli esiti dellindividuazione sono comunicati a cura degli uffici territoriali ai docenti e alle scuole interessate.

Percorso anno di formazione e prova di idoneità: i candidati indiziati e assegnati alla scuola con contratto a TD al 31 agosto svolgono il percorso annuale di formazione iniziale e prova (articolo 13 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59). A seguito della positiva valutazione del percorso i docenti sostengono una prova disciplinare che è superata dai candidati che raggiungono una soglia di idoneità, quindi non è prevista lattribuzione di un punteggio. La prova è valutata da una commissione esterna allistituzione scolastica di servizio. In caso di positiva valutazione del percorso annuale di formazione e prova e di giudizio positivo della prova disciplinare, il docente è assunto a tempo indeterminato, a decorrere dal 1° settembre 2022, quindi beneficia della retrodatazione giuridica dell’assunzione a TI.

Prova disciplinare: consiste in un colloquio di idoneità volto a verificare, in relazione ai programmi di cui, rispettivamente, al punto A.4 dellallegato A al decreto del Ministro 5 novembre 2021, n. 325, per la scuola dellinfanzia e primaria e al punto A.2.1 dellAllegato A al decreto del Ministro 9 novembre 2021, n. 326 per la scuola secondaria di primo e secondo grado, il possesso e corretto esercizio, in relazione allesperienza maturata dal docente e validata dal positivo superamento dellanno di formazione inziale e prova, delle conoscenze e competenze finalizzate a una progettazione educativa individualizzata che, nel rispetto dei ritmi e degli stili di apprendimento e delle esigenze di ciascun alunno, individua, in stretta collaborazione con gli altri membri del consiglio di classe, interventi equilibrati fra apprendimento e socializzazione e la piena valorizzazione delle capacità e delle potenzialità possedute dal soggetto in formazione.

Tempistica della prova: lo svolgimento si conclude entro il mese di luglio 2023.

La posizione di Anief

L’Anief, presente all’incontro, ha ribadito la proprio posizione rispetto alla necessità di usare le GPS per le nomine in ruolo come canale ordinario dopo le GaE. Ribadita, inoltre, la richiesta di attenzione alla trasparenza da parte dell’Amministrazione con una serie di chiarimenti soprattutto inerenti le tempistiche delle varie procedure – anche quelle propedeutiche come la pubblicazione delle GPS e il controllo dei punteggi – e di prevedere tempi congrui per i precari per presentare le domande online. Per i candidati inseriti in I Fascia GPS Sostegno, dunque, la speranza di una nomina finalizzata all’assunzione a tempo indeterminato è stata confermata anche per quest’anno, ma per conoscere in numeri delle assunzioni l’iter è ancora lungo: dopo le ordinarie procedure di nomina in ruolo – per cui ancora non sono stati formalizzati i posti autorizzati – l’Amministrazione dovrà effettuare gli eventuali accantonamenti per i concorsi ordinari 2020 eventualmente non pubblicati e poi procedere con l’assunzione da GPS. Come lo scorso anno, restano le criticità già segnalate di un’assunzione con contratto a tempo determinato fino al 31 agosto nel corso del quale il docente dovrà sottoporsi al periodo di prova e formazione e, ove superato, all’ulteriore colloquio disciplinare già previsto per gli assunti lo scorso anno attraverso la medesima procedura.

Tutto l’iter delle nomine da GPS dovrebbe attivarsi ovviamente dopo lo scioglimento delle riserve nelle GPS e dopo l’espletamento delle nomine in ruolo da procedure ordinarie, dunque nel mese di agosto, ma l’Amministrazione non ha ancora fornito tempi certi neanche per l’avvio delle ordinarie nomine in ruolo, cui seguiranno le procedure assunzionali da GPS non solo finalizzate alla nomina a tempo indeterminato, ma anche ai fini delle supplenze al 30 giugno e al 31 agosto.

L’Anief, presente all’incontro con la sua delegata Chiara Cozzetto, ha chiesto all’Amministrazione di definire tempi congrui per la compilazione della domanda online di partecipazione alla procedura, una pubblicazione preventiva e puntuale di tutti i posti disponibili prima della presentazione della domanda da parte degli aspiranti e la possibilità anche per gli assunti da GPS di partecipare alle procedure di trasferimento per ottenere la sede definitiva. La compilazione dell’istanza di partecipazione finalizzata alla nomina da GPS ex art. 59, comma 4, DL 73/2021 sarà nuovamente contestuale a quella per partecipare alle supplenze ordinarie al 30 giugno e al 31 agosto. Chiarimenti, inoltre, sono stati proposti dall’Anief riguardo quanti, anche assunti per quest’anno da GPS ex art. 59, comma 4, abbiano ottenuto un rinvio del percorso di formazione e prova per giustificati motivi normativamente previsti in modo da specificare che la reiterazione del periodo di formazione e prova avverrà nella medesima sede già assegnata per la precedente supplenza finalizzata alla nomina in ruolo. In caso di aggregazione di regioni per lo svolgimento del colloquio disciplinare finale, inoltre, l’Anief ha chiesto di specificare sin da subito la possibilità – già prevista per questo anno scolastico – di effettuare il colloquio a distanza in modalità online.

La posizione della Flc Cgil

Come Flc Cgil rinnoviamo la nostra soddisfazione per la proroga delle assunzioni da GPS 1 fascia sostegno, una misura che abbiamo fortemente voluto e per la quale ci siamo battuti, rispetto alla quale quindi abbiamo avuto un’importante vittoria. Le richieste fatte al Ministero riguardano le tempistiche per le domande, che dovrebbero partire dopo il 20 luglio, ovvero dopo lo scioglimento della riserva da parte degli specializzandi del VI ciclo del Tra sostegno. Tempi distesi per la presentazione delle domande, su cui il Ministero ancora non si è pronunciato. Possibilità di partecipazione per il personale di ruolo, in applicazione dell’art. 36 del CCNL, che viene confermata. Andrà inoltre chiarito se questa procedura segue o precede, come da noi auspicato, la call veloce, che quest’anno a normativa vigente è confermata.

La posizione della UIL Scuola

Per la UIL Scuola la misura prevista, con tratti sia pure positivi, non è sufficiente a sanare la piaga del precariato che è in continua crescita, siamo al 25% di precariato che non può che riversarsi negativamente su tutto il sistema.

Infatti, la procedura prevista riguarda solo i posti di sostegno ed esclude totalmente sia i docenti abilitati di I fascia di posto comune/classe di concorso che i docenti non abilitati che vantano almeno i 3 anni di servizio, sia su posto comune che di sostegno.

L’altro punto di attenzione è la procedura pasticciata con cui si svolgerà l’assegnazione dell’incarico. La UIL Scuola non è più disposta ad accettare ciò che è accaduto lo scorso anno: GPS piene di errori, incarichi revocati in corso d’anno e una procedura online per i docenti assunti dalla I fascia GPS che si è sovrapposta a quella per gli incarichi annuali.

Restano poi, come lo scorso anno, le due questioni critiche: quella strettamente relativa alla procedura prevista per le GPS e quella della prova disciplinare al fine di concludere l’anno di prova.

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro