Assunzioni collaboratori scolastici ex LSU, in arrivo il concorso per la graduatoria nazionale: immissioni in ruolo dal 1° dicembre. Anief chiede che i posti residui possono confluire nel contingente delle stabilizzazioni per l’a.s. 2024/25

WhatsApp
Telegram

Manca solo una settimana per l’apertura della “finestra” che apre all’invio delle domande per l’inserimento nella graduatoria nazionale finalizzata all’assunzione in ruolo come collaboratori scolastici per 590 posti riservati agli ex LSU.

Lo ha comunicato oggi il ministero dell’Istruzione e del Merito ai sindacati, specificando che le istanze si presenteranno per via telematica tramite il portale InPA e che le assunzioni avverranno entro il 1° dicembre prossimo.

Alla riunione odierna, fissata dalla Direzione generale Mim del personale scolastico, ha partecipato anche la delegazione Anief composta da Cristina Dal Pino, coordinatore nazionale Ata e presidente regionale Anief Toscana, e da Teresa Vitiello, vice presidente Friuli Venezia Giulia e componente del Gruppo Ata Nazionale. Il giovane sindacato ha proposto che i posti residui possono confluire nel contingente delle immissioni in ruolo per l’anno scolastico 2024/25.

La graduatoria nazionale si comporrà, riporta anche la stampa specializzata, dal personale graduato nella procedura selettiva terminata l’8 settembre scorso; dai lavoratori non destinatari di proposta di assunzione in ruolo nel profilo professionale di collaboratore scolastico perchè soprannumerario nella graduatoria provinciale a seguito della mancanza di posti disponibili. La stampa specializzata riferisce che sarà possibile indicare, in ordine prioritario, la provincia o le province richieste nonché, per ognuna di esse, la preferenza per la tipologia di posto, se a tempo pieno o se a tempo parziale. Inoltre, terminate le assunzioni, la graduatoria nazionale verrà cancellata.

IL CONCORSO

Anief ricorda che il presente Bando Nazionale ex Lsu  è disciplinato, ai sensi del comma 5-septies dell’articolo 58 del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, le modalità di predisposizione della graduatoria nazionale prevista dall’articolo 58, comma 5-septies, del Decreto-Legge di cui al citato disposto normativo e di cui agli articoli 9 e seguenti del decreto 11 luglio 2023, n. 133., finalizzato all’assunzione a tempo indeterminato di personale che ha svolto, per almeno 5 anni, anche non continuativi, nei quali devono essere inclusi gli anni 2018 e il 2019, servizi di pulizia e ausiliari presso le istituzioni scolastiche ed educative statali, in qualità di dipendente a tempo determinato o indeterminato di imprese titolari di contratti per lo svolgimento di tali servizi.

Le assunzioni del personale che non ha potuto partecipare alla procedura selettiva di cui al comma 5-sexies dell’articolo 58 del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, nonché del personale che ha partecipato alla procedura di cui al predetto comma e che sia risultato soprannumerario nella graduatoria provinciale di inserimento per carenza di posti disponibili, sono effettuate, contestualmente e sulla base del punteggio complessivo conseguito nelle selezioni provinciali, secondo la posizione rispettivamente occupata nella graduatoria nazionale di cui al presente bando, mediante la stipula di contratti a tempo indeterminato, con rapporto di lavoro a tempo pieno e/o a tempo parziale al 50%, nei limiti finanziari complessivi di cui al comma 5-bis dell’articolo 58 del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, e nei limiti di 11.263 posti complessivi di collaboratore scolastico, ai sensi dell’articolo 58, comma 5-ter del decreto-legge, per totali 590 posti, corrispondenti al contingente complessivo di posti liberi e disponibili risultanti in esito alla procedura di cui all’articolo 58, comma 5-sexies, del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, al netto delle risorse prioritariamente destinate, ai sensi del comma 5-sexies, alla trasformazione a tempo pieno dei rapporti instaurati ai sensi dei commi 5-ter e 5-sexies.

Al termine della presentazione delle domande verrà istituita una Graduatoria unica nazionale ordinata secondo i punteggi individuali, i titoli e le precedenze già riconosciuti agli aspiranti nelle graduatorie provinciali di provenienza e presenti al sistema informatico del Ministero alla data di elaborazione della graduatoria stessa. La graduatoria nazionale sarà approvata con provvedimento della Direzione generale per il personale scolastico e comunicata, unitamente all’elenco degli aspiranti, agli USR competenti per le province di assegnazione ai fini della successiva formulazione delle proposte di nomina e delle assegnazioni di sede.

I posti disponibili consentono un numero di immissioni in ruolo a tempo pieno e/o a tempo parziale al 50% da determinarsi sulla base del numero complessivo di aventi titolo inseriti nella graduatoria nazionale, nei limiti delle disponibilità a livello provinciale.

Il personale che, al momento richiede un contratto individuale di lavoro part time potrà richiedere un full time dal prossimo anno scolastico 2024/25, senza il vincolo di permanere per due anni in regime di part time. Il MIM nei prossimi giorni invierà termini di apertura del bando. Le assunzioni dovranno avvenire entro il 1° dicembre 2023. I posti residuati dopo tali operazioni sono posti vacanti e disponibili e quindi potranno essere  oggetto di incarichi annuali  fino al 31 agosto.

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Corso di formazione, libro “Studio rapido” e simulatore per la prova scritta