Assunzioni ATA ex Lsu: lavoro svolto nelle ditte di pulizia non viene riconosciuto per l’anzianità di servizio

WhatsApp
Telegram

Entro il 1° dicembre vengono immessi in ruolo nel profilo professionale di collaboratore scolastico gli ex dipendenti delle ditte di pulizia della terza procedura assunzionale dopo l’internalizzazione dei servizi di pulizia nelle scuole. La graduatoria nazionale è stata pubblicata sul sito InPA il 17 novembre.

Il decreto 2163 del 30 ottobre disciplina le modalità di predisposizione della graduatoria nazionale da cui vengono effettuate le assunzioni a tempo indeterminato e pieno.

Hanno potuto presentare domanda d’inserimento nella graduatoria nazionale entro il 10 novembre coloro che hanno partecipato al terzo concorso ex Lsu inoltrando domanda entro l’8 settembre e coloro che, pur avendo partecipato alle procedure precedenti, non sono stati assunti perché soprannumerari nella graduatoria provinciale per carenza di posti disponibili.

Il personale assunto a tempo indeterminato non ha diritto,  né ai fini giuridici né a quelli economici, al riconoscimento del servizio prestato quale dipendente delle imprese di cui all’articolo 58, comma 5-ter, del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69. Così viene specificato all’articolo 8 del decreto 2163.

Non si ha quindi diritto al riconoscimento di tale servizio ai fini della ricostruzione di carriera e per gli scatti stipendiali. Lo stipendio che il personale riceve è quello base, iniziale, del collaboratore scolastico, circa 1360 euro lordi mensili.

Leggi anche Concorso Ata ex LSU, ecco la graduatoria nazionale. Assunzioni dal 1 dicembre NOTA e DECRETO

WhatsApp
Telegram
Pubblicato in ATA

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri