Assunzioni ATA dipendenti appalti di pulizia: che fine farà personale delle graduatorie?

di Giovanni Calandrino
ipsef

item-thumbnail

Il Miur ha emanato la nota n. 26350 del 3 giugno 2019 e il decreto con le tabelle sulle dotazioni organiche complessive del personale ATA per il triennio 2019/2022, con le ripartizioni per ciascun profilo valide per l’a.s. 2019/2020.

Molti lettori inseriti a pieno titolo nelle graduatorie ATA, preoccupati delle future internalizzazioni degli appalti di pulizie, ci chiedono se sono a rischio i loro posti:

buona sera volevo sapere se possibile come sarà  la situazione per il nuovo  anno scolastico per il personale ata terza fascia viste le probabili assunzioni del personale multiservizi. Ma è  possibile che noi che stiamo in terza  fascia da anni e anni dovremmo sostituire loro? oppure saremmo noi ad essere chiamati prima di loro? Grazie mille  buona serata

di Giovanni Calandrino – Il decreto (ancora da emanare) che stabilisce lo stop alle esternalizzazioni e dunque l’internalizzazione dei dipendenti degli appalti di pulizie è concepito dall’On. Luigi Gallo (M5S), Presidente della Commissione Cultura della Camera, grazie all’imminente bando 12.000 unità entreranno a far parte del personale ATA. L’On. ha assicurato che le assunzioni saranno effettuate dal 1° gennaio 2020.

Procedura assunzione

La procedura di assunzioni sarà per soli titoli e colloquio.

Questi i requisiti d’accesso:

  • servizio per almeno 10 anni, anche non continuativi, purché includano il 2018 e il 2019, presso le scuole statali, per lo svolgimento di servizi di pulizia e ausiliari;
  • assunzione in qualità di dipendente a tempo indeterminato di imprese titolari di contratti per lo svolgimento dei predetti servizi.

Alla procedura selettiva non può partecipare il personale di cui all’articolo 1, comma 622, della legge 27 dicembre 2017, n. 205, ossia gli ex LSU di Palermo.

Il succitato decreto definirà, fermo restando quanto sopra riportato, i requisiti per la partecipazione alla procedura, le relative modalità di svolgimento e i termini per la presentazione delle domande.

Il titolo di studio d’ascesso dovrebbe essere la terza media (sembra, inoltre, che ci sarà la possibilità di partecipare con riserva al concorso anche per i lavoratori che hanno solo la licenza di scuola primaria che attesteranno lo svolgimento di scuole per avere la licenza di scuola secondaria inferiore).

Le assunzioni su quali posti saranno effettuate?

Le assunzioni saranno effettuate sui posti in organico accantonati negli anni precedenti, dunque non intaccheranno l’organico destinato annualmente alle supplenze e alle immissioni in ruolo del personale ATA inserito nelle graduatorie permanenti, che da anni e anni sono in attesa del tempo indeterminato. Situazione che non dovrebbe (il condizionale è d’obbligo) incidere sulle supplenze di III fascia.

La tabella con i posti accantonati:

Come leggiamo nella nota alla tabella, 11507 posti sono disaccantonatati per l’assunzione in ruolo  lavori suddetti.

La tabella dei posti accantonati

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione