Assunzioni. Al Miur si lavora per accorciare i tempi burocratici

di redazione
ipsef

Decreto? Neppure a parlarne. Come anticipatovi ieri dalla nostra redazione, il Governo non intende abbandonare la via parlamentare per l'approvazione della riforma della scuola.

Decreto? Neppure a parlarne. Come anticipatovi ieri dalla nostra redazione, il Governo non intende abbandonare la via parlamentare per l'approvazione della riforma della scuola.

La stessa Senatrice Puglisi, durante una intervista rilasciata alla nostra testata, ci ha chiaramente detto che un eventuale "piano b" sarebbe una sconfitta per il Parlamento.

I tempi, però sono davvero stretti, ammentendo che in Parlamento proceda tutto speditamente.

Anche ammesso che il testo del DDL, il cui esame inizierà oggi, venga licenziato dalla Camera entro fine aprile, resterebbe meno di un mese per l'approvazione del testo in Senato.

Si procederà con le audizioni in seduta comune tra le commisioni dei due rami del Parlamento e si cercherà di concordare le modifiche per abbreviare i tempi, ma la scadenza del 31 maggio diventa comunque fondamentale per poter rispettare la tempistica delle operazioni burocratiche per le assunzioni.

Per tale motivo, al Ministero stanno già avviando delle simulazioni d'organico in modo da trovarsi avanti con i lavori nel momento in cui la legge sarà varata.

C'è, infatti,  molto di nuovo: dal numero di assunzioni, poco più di 100mila, agli albi regionali divisi in liste provinciali dai quali i dirigenti dovranno effettuare le proposte di assunzione. Anche gli USR saranno chiamati ai lavori forzati, dato che da loro dovrà passare l'assegnazione degli organici alle singole scuole sulla base del progetto di offerta formativa.

In considerazione anche un aggiornamento straordinario della mobilità, prima dell'avvio delle nuove assunzioni che permetterà ai docenti lontano dalla propria sede d'orgine di avvicinarsi a casa senza essere inseriti negli albi. Una ipotesi tutta da vagliare, che al momento ha solo un impegno informale a livello politico.

Tutto sulla Buona scuola, con il testo del DDL

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione