Assunzioni 2022, docente di ruolo riceve un’altra proposta di nomina: deve rispondere SÌ o NO. Le conseguenze

WhatsApp
Telegram

Immissioni in ruolo anno scolastico 2022/23: l’intreccio tra le graduatorie create dai vari concorsi riguarda anche docenti che sono già di ruolo e che possono aspirare ad una nuova nomina. Attenzione a cosa fare se non si è interessati.

Quali docenti di ruolo possono partecipare ad una nuova nomina

Docente di ruolo da GaE

I docenti di tutti i gradi di istruzione, immessi in ruolo sino all’anno scolastico 2019/20 dalle graduatorie ad esaurimento, sono stati cancellati da tutte le altre GaE di inclusione e dalla prima fascia delle graduatorie di istituto.

Docenti assunti sino al 2019/20 dalle graduatorie dei concorsi

I docenti di tutti i gradi di istruzione, assunti in ruolo sino all’a.s. 2019/20 dalle GM del concorso ordinario 2016:

  • sono stati cancellati dalla relativa graduatoria di merito, dalle GaE e dalla prima fascia delle graduatorie di istituto;
  • sono rimasti inclusi in eventuali altre GM e nelle GPS (se si sono inseriti).

I docenti di scuola dell’infanzia e primaria, assunti in ruolo sino all’a.s. 2019/20 dalle GM del concorso straordinario 2018, ai sensi dell’art. 4, comma 1-decies, del decreto-legge n. 87/2018, convertito in legge n. 96/2018:

  • sono stati  cancellati da eventuali altre GM del medesimo concorso straordinario 2018, da GaE e graduatorie di istituto;
  • sono rimasti inclusi in eventuali altre GM e nelle GPS (se si sono inseriti).

I docenti della scuola secondaria di primo e secondo gradoimmessi in ruolo sino all’a.s. 2019/20 dalle GM del concorso straordinario 2018, ai sensi dell’articolo 13/3 del D.lgs. 59/2017, all’esito positivo del percorso annuale di formazione e prova (quindi all’atto della conferma in ruolo) sono stati cancellati da:

  • graduatorie di merito (tutte quelle in cui erano inclusi);
  • graduatorie di istituto;
  • graduatorie ad esaurimento.

Docenti immessi in ruolo a decorrere dal 2020/21

A decorrere dall’a.s. 2020/21 ai docenti di tutti i gradi di istruzione immessi in ruolo si applica la disposizione di cui all’articolo 399, comma 3 bis, del D.lgs. 297/94.

I docenti assunti in ruolo, a decorrere dall’a.s. 2020/21, sono cancellati da tutte le graduatorie, finalizzate alla stipula di contratti a tempo determinato e indeterminato, soltanto all’esito positivo del periodo di prova e quindi all’atto della conferma in ruolo. Nello specifico, gli interessati sono cancellati da:

  • GM di concorsi straordinari
  • GM di concorsi ordinari relative alla stessa classe di concorso/posto di immissione in ruolo
  • GaE
  • GPS
  • Graduatorie di istituto

Non sono, invece, cancellati dalle GM di concorsi ordinari relative a procedure diverse da quelle di assunzione (ad esempio: docente assunto da GaE sulla A-22; è inserito nelle GM del concorso ordinario 2020 classi di concorso A-22 e A-12; viene cancellato dalla GM A-22, resta invece nella GM A-12).

La disposizione riguarda i docenti di tutti i gradi di istruzione, assunti da qualunque procedura. La nota del Ministero

Il docente di ruolo che riceve una proposta di nomina deve rispondere con un Si’ o con un NO

A questo proposito l’USR Veneto, nelle istruzioni per la presentazione della domanda attraverso Istanze online, fornisce precise istruzioni

“Qualora tra gli aspiranti invitati ad esprimere le preferenze siano presenti docenti già in possesso di un contratto a tempo indeterminato, che intendano mantenere, essi dovranno comunque accedere alla procedura Polis e rinunciare espressamente all’eventuale proposta di individuazione riferita all’a.s. 2022/23. Si chiarisce a tal proposito che, se i docenti di cui sopra non esprimessero alcuna volontà rispetto alla procedura attualmente in corso e rientrassero nei numeri autorizzati alle assunzioni, sarebbero nominati d’ufficio, con successiva cancellazione dal ruolo già in possesso. Sulla base di quanto sopra esposto, si evidenzia la necessità che tutti i docenti coinvolti nella procedura manifestino espressamente la propria volontà attraverso la compilazione dell’istanza on-line.”

Se il docente risponde NO, rimane nel ruolo attuale.  La risposta negativa non pregiudica nulla rispetto ai benefici del concorso. Ad es. un docente immesso in ruolo da concorso straordinario 2020 potrà avere i 12 punti nella graduatoria interna di istituto per il superamento del concorso ordinario anche dopo aver rifiutato il ruolo da quella graduatoria. Naturalmente la rinuncia alla proposta comporterà la cancellazione dalla relativa graduatoria.

Se il docente risponde SI’ dovrà poi partecipare alla seconda fase delle immissioni in ruolo, la scelta della sede tra quelle disponibili nella provincia assegnata.

In generale, sulle rinunce

Immissioni ruolo docenti 2022, c’è chi vuole rinunciare alla nomina: come farlo, quanto tempo per decidere. Conseguenze

Lo speciale di Orizzonte Scuola

Immissioni in ruolo docenti 2022: 94.130 assunzioni, ok del MEF. Ecco da quali GRADUATORIE: 22mila in Lombardia, 5mila in Campania [Scarica i posti per regione]

La consulenza

Per info sulle procedure è possibile scrivere all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale)

E’ possibile interagire nel forum di reciproco aiuto

E’ possibile seguire gli aggiornamenti tramite i tag Immissioni in ruolo  e Supplenze  – graduatorie di istituto

WhatsApp
Telegram

Eurosofia e Udir presentano l’evento formativo “PNRR, Start-up per dirigenti scolastici – Attuazione delle linee di investimento”. Roma 25 agosto 2022