Assunzioni 2019: circa mille posti in più per ITP negli Istituti Professionali

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Sono state aperte le funzioni SIDI per l’acquisizione dell’organico di diritto per l’a.s. 2019/20. Gli istituti professionali sono stati riformati del D.Lo 61/2017. 

Riforma degli istituti professionali

La riforma è stata avviata nell’a.s. 2018/19 e ha comportato un incremento di posti di ITP nell’organico di diritto (1.161 posti)

Secondo la CISL l’incremento di posti potrebbe essere della stessa quantità anche nell’a.s. 2019/20 in cui la riforma viene estesa alle classi seconde.

Di contro si assiste ad una riduzione di posti della tabella A, a causa dei tagli delle ore di insegnamento. Lo scorso anno il taglio è stato di circa 300 posti e quest’anno potrebbe aggirarsi intorno alla stessa cifra (dati CISL).

Anno scolastico 2019/20: regolare avvio e docenti in cattedra il primo settembre

L’apertura, in anticipo rispetto agli altri anni, delle funzioni SIDI per la costituzione degli organici, così come l’anticipo delle iscrizioni, sono finalizzate al regolare avvio dell’anno scolastico 2019/20 con tutti i docenti in cattedra dal prossimo primo settembre.

Sempre al fine suddetto, il Ministero punta alla pubblicazione dei movimenti verso la metà di giugno, mentre per le immissioni in ruolo la data indicata, sempre dal Ministro Bussetti, è il 31 luglio:

“E soprattutto dall’estate prossima daremo contemporaneamente – entro la metà di giugno – i posti per la mobilità: così si riducono al minimo i buchi in organico: entro il 31 luglio l’assegnazione degli insegnanti alle scuole sarà risolta”  Approfondisci

Pensioni

Un ostacolo al raggiuntamento del succitato obiettivo potrebbe derivare dall’accertamento del diritto a pensione dei docenti interessati, che avverrà tra maggio e giugno.

Se per definire gli organici bisognerà attendere gli esiti delle verifiche dell’INPS per quota 100, si rischia di far slittare mobilità e assunzioni.

Nulla è stato ancora definito, siamo in una fase transitoria. Tutto dipende dal numero di domande che – nelle stime del Ministero  – non dovrebbero superare i 10.000 e quindi non incidere più di tanto su tutto il lavoro programmato. Approfondisci

Versione stampabile
anief banner
soloformazione