Assunzioni 2018: idonei concorso infanzia e primaria 2016 chiedono piano nazionale volontario e priorità supplenze

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato Comitato Idonei Infanzia e Primaria concorso 2016 – A distanza di pochi giorni dalla manifestazione del 19 luglio gli idonei infanzia e primaria concorso 2016 hanno tratto le loro conclusioni e tornano a farsi risentire ribadendo a chiare lettere i punti già presentati al Presidente Pittoni e al MIUR, ben chiari in ogni percorso.

Le “voci” e pretese che si rincorrono sui vari gruppi e social parlano di una presenza dei DM in GM subito dopo i vincitori ed evidenziano la poca attenzione al merito e all’aspetto legale dell’operazione che se, messa in atto, (ma anche solo proposta), vedrebbe subito immediati ricorsi da parte degli idonei sulla base di un preciso presupposto e decreto di legge che, nel dicembre 2017, con legge 334 bis e ter, chiarisce, e non a margine: Con L. n. 205 del 27.12.2017, rubricata “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020”, in parziale riforma di quanto disposto nella lex specialis venivano introdotte due modifiche alle procedure dei concorsi ordinari del personale docente, all’art. 1, commi 603 e 1148. In riferimento art.17, comma 2, lettera A, decreto legislativo 13 aprile 2017 N.59 e in relazione all’art. 334-ter inserito nella Legge di Bilancio 2018 con testo licenziato dalla Camera, che prevede, “Sino al termine di validità, le graduatorie di tutti i gradi di istruzione e di tutte le tipologie di posto sono utili per le immissioni in ruolo anche in deroga al limite percentuale del 10% di cui all’articolo 400, comma 15, del testo unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado, di cui al decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297.

L’ulteriore emendamento, dunque, che proroga di un altro anno la validità delle graduatorie del concorso (at. 334-bis), dovrà utilizzare le Graduatorie di Merito, o elenchi graduati, della scuola infanzia e primaria per i prossimi anni scolastici rispettando il diritto di tutti gli idonei a vedersi convocati per le immissioni in ruolo a prescindere dalla loro collocazione o meno all’interno del limite del 10%.

In altri termini, la P.A. dovrà necessariamente procedere all’assunzione degli stessi con lo scorrimento della graduatoria di merito ove risultano utilmente inseriti anziché indire una nuova tornata concorsuale in virtù del diritto di assunzione cristallizzato.

Quanto esposto dovrà e deve avvenire anche successivamente ai termini di vigenza della graduatoria di merito tenuto conto che, per pacifica giurisprudenza, “.. è illegittima la delibera con la quale una P.A. indice un concorso pubblico, piuttosto che utilizzare una graduatoria di un precedente concorso per la copertura dei posti banditi, nel caso in cui la stessa graduatoria sia stata in precedenza utilizzata per la copertura di altri posti e la scelta di procedere per gli ulteriori posti con un nuovo concorso non trovi alcuna ragionevole giustificazione, ponendosi in contrasto con il già avvenuto utilizzo della graduatoria.” (Cons. Stato, Ad. Plenaria, sent. n. 14 del 28.11.2011; Cons. Stato, Sez. V, sent. n. 13954 del 4 marzo 2011; Cons. Stato, sez. VI, sent. n. 668 del 19 febbraio 2010.

Considerato che dopo i vincitori e’chiaro e legiferato che ci sono gli IDONEI di Concorso selettivo e che il titolo di accesso e’ il diploma magistrale, ognuno tragga le sue conclusioni ai fini delle insistenti voci che vogliono vedere i DM con concorso non selettivo in GM prima degli idonei.

Stima per tutti e rispetto delle categorie ma, contestualmente, rispetto dei diritti acquisiti e conquistati.

Oggi gli IDONEI CONCORSO INFANZIA E PRIMARIA 2016 ( per la verità oggi definiti vincitori perché la legge di bilancio e la 334 hanno riconosciuto la loro esistenza con l’abbattimento del tetto del 10%), ribadiscono anche che: “La graduatoria, gli elenchi graduati, INFANZIA E PRIMARIA non possono avere validità limitata! Devono trasformarsi e divenire elenchi e GM ad esaurimento.

Assunzioni da concorso di tutti i vincitori e idonei non uno di meno perché un diritto acquisito e riconosciuto avendo superato tutte le prove di concorso e neanche si può immaginare di procedere ad un altra selezione o spostamenti delle loro posizioni in GM ”. Lo gridano a gran voce gli e non lo mandano a dire! Ci mettono la faccia e con la determinazione tipica di quelli che il concorso se lo sono sudato e guadagnato oggi chiedono immediato intervento al governo nel decreto dignita’ e seguito a proposte presentate.

  • pubblicazione su siti USR dI tutte le Regioni delle GM concorso infanzia e primaria 2016 complete di idonei e al netto degli assunti . Ogni regione sta facendo a modo suo. Inaccettabile perché implica decisamente una mancanza di trasparenza i fini amministrativi.
  • prolungamento ed esaurimento, in termini di anni, delle GM concorso 2016 infanzia e primaria compreso di idonei al fine di dare la possibilità a tutti, sia vincitori che idonei, di entrare in possesso di un diritto, ( per gli idonei riconosciuto e scorrendo come indicato dalla 334 ter e bis) .
  • piano nazionale VOLONTARIO per le regioni del centro/sud dove poter scegliere regione in cui andare alla luce dei 57.322 assunzioni di docenti per l’anno scolastico 2018/2019 richieste dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca al Ministero dell’Economia e delle Finanze. Le graduatorie del centro sud sono piene e sono quelle in cui è più difficile assumere in regione in virtù dei posti concessi. Volontario e senza algoritmi. I docenti del Nord vogliono tornare, molti di quelli del Sud, dopo averne subite abbastanza, vogliono scappare!
  • priorità di supplenze in attesa del ruolo per chi non sceglie il piano nazionale volontario.

Gli idonei infanzia e primaria chiedono intervento in decreto dignita’, bilancio e milleproroghe senza ulteriori escamotage o perdite di tempo.

Gli interventi non danneggiano alcuna categoria se vogliamo precisare e rispettano la legge.

Un intervento in GM a danno della posizione degli idonei vedrà immediati ricorsi e bloccherà eventuali selezioni.

GLI IDONEI SONO DOPO I VINCITORI NELLA STESSA GM E TUTELATI DALLA LEGGE. Non permetteranno mai di essere scavalcati.

Resta inteso che se vogliamo creare e pensare ad una buona scuola di merito, competenze ed efficiente ed efficace dobbiamo pensare ad un potenziamento al sud dei docenti, prolungamento del tempo pieno, riduzione del numero degli alunni nelle classi, punteggio aggiuntivo in fase di aggiornamento graduatorie per chi ha superato il concorso. Se il cavallo di battaglia della politica e’stato il merito, oggi ci sia aspetta che alle parole seguano i fatti nel quotidiano e non nelle sedi ristrette di chi finora non ha difeso i diritti e il merito. Le garanzie, di legge e le risposte nero su bianco.

“ Come vede Ministro Bussetti e Presidente Pittoni le soluzioni ci sono se c’è la volta di farlo senza scontentare nessuna categoria.

GLI IDONEI INFANZIA E PRIMARIA CONCORSO 2016 VANNO TUTELATI E ASSUNTI PER LEGGE .Troviamo le soluzioni che ridiano dignita’ al percorso effettuato e al merito”
AGLI IDONEI INFANZIA E PRIMARIA CONCORSO 2016 NON È STATO REGALATO NULLA, IL RUOLO E LA POSIZIONE RICONOSCIUTA PER LEGGE DOPO I VINCITORI SE LO SONO GUADAGNATO.

Il Presidente
Vittoria Morisani

Assunzioni: idonei vogliono il ruolo, fino ad esaurimento delle graduatorie

Immissioni in ruolo: concorso 2016 è a scadenza, docenti vogliono il posto promesso dal bando

Immissioni in ruolo, docenti GaE: no ad un nuovo piano nazionale volontario

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione