Assunzione docenti di sostegno: ci sarà una graduatoria biennale, requisiti per accedere e modalità. BOZZA DECRETO

WhatsApp
Telegram

Si tratta di una procedura prevista dalla legge di bilancio 2021, frutto di un emendamento approvato dalla parlamentare Vittoria Casa.

Il concorso sarà nazionale ma articolato su base regionale. Potrà essere utilizzato per assegnare i posti di sostegno dei diversi ordini e gradi di scuola che residuano in caso di esaurimento di tutte le altre graduatorie utilizzabili ai fini delle assunzioni a tempo indeterminato (tra cui GAE e graduatorie dei concorsi). Per la scuola secondaria questa procedura potrà restare in piedi fino al 31 dicembre 2025.

Potranno partecipare i docenti in possesso della specializzazione sul relativo grado. Inoltre, chi ha conseguito il titolo estero potrà partecipare a pieno titolo se ha ottenuto il riconoscimento. Per chi è in attesa di riconoscimento è prevista la possibilità di partecipare con riserva, per cui l’individuazione può avvenire dopo il riconoscimento.

Sarà emanato un apposito decreto dal ministero che definirà il bando e i tempi per presentare l’istanza. Già ora sappiamo che si potrà fare domanda per una sola regione e per tutti i posti per cui si ha il titolo. La graduatoria verrà aggiornata ogni due anni.

I partecipanti saranno inseriti in una graduatoria regionale per titoli. Per la valutazione dei titoli si fa riferimento alla tabella A/7 allegata all’ordinanza ministeriale 112 del 2022. Inoltre sono acquisiti i titoli eventualmente presentati in occasione della costituzione delle graduatorie provinciali per le supplenze e validati.

I docenti collocati in posizione utile saranno individuati e, con procedura informatizzata, assegnati ad una scuola dove otterranno un contratto di supplenza annuale (31 agosto). E’ previsto che i docenti svolgano il percorso di formazione e prova con test finale previsto dal decreto ministeriale 226/2022. Chi supera positivamente il percorso sarà ammesso alla prova disciplinare di idoneità con una commissione esterna (sul modello della prova prevista per i docenti da GPS 1 fascia).

Gli insegnanti che supereranno l’anno di formazione e prova e la prova disciplinare saranno assunti a tempo indeterminato a decorrere dal 1° settembre dell’anno scolastico successivo a quello dell’incarico e confermati in ruolo nella medesima scuola in cui hanno prestato servizio a tempo determinato.

Chi non supera il percorso di formazione e periodo annuale di prova può ripeterlo una volta, secondo le modalità previste dall’articolo 14, comma 3 e seguenti, del DM 226 del 2022.

  1. le graduatorie sono regionali;
  2. si rinnovano ogni due anni (ovvero sono previsti anche nuovi inserimenti);
  3. si possono iscrivere tutti i docenti in possesso della specializzazione sul sostegno (indipendentemente se siano o meno iscritti nelle Graduatorie ad esaurimento (GAE) che nelle Graduatorie provinciale per le supplenze (GPS));
  4. gli aspiranti faranno apposita istanza di iscrizione scegliendo una sola regione e saranno graduati in base al possesso di titoli con riferimento alle tabelle che oggi sono previste per le Graduatorie provinciale per le supplenze (GPS) (in pratica si utilizzeranno le stesse tabelle);
  5. le graduatorie saranno utilizzate in subordine agli ordinari canali di assunzione in ruolo (GAE, concorsi e call veloce) qualora residuino ancora posti di sostegno;
  6. per il primo anno il contratto sarà a tempo determinato al 31/8 il docente assunto svolge l’ordinario anno di formazione e prova (con test finale) e in più dovrà superare il colloquio di idoneità con una commissione esterna (analogamente a ciò che quest’anno avviene per i docenti assunti sul sostegno da I fascia GPS).
  7. il contratto sarà trasformato a tempo indeterminato solo l’a.s. successivo a seguito del superamento dell’anno di formazione e prova e del colloquio finale.

Scarica bozza nostra estrapolazione dei punti salienti della bozza decreto

WhatsApp
Telegram

TFA SOSTEGNO VIII CICLO: Scegli il corso di preparazione di Eurosofia a cura del Prof. Ciracì e dell’Avv. Walter Miceli che prepara a tutte le prove