Assunzione docenti da GPS, per sostegno non contano gli anni di servizio

Stampa

Assunzione docenti per l’anno scolastico 2021/22: tra pochi giorni partirà la procedura straordinaria da GPS prima fascia ed elenchi aggiuntivi. Non è ancora possibile quantificare quanti docenti saranno interessati, poiché non sappiamo quanti sono i posti residui dalla fase ordinaria, in corso di svolgimento.

Potranno essere conferiti sia posti di sostegno che posti comuni.

Riceviamo alcune email da parte dei docenti specializzati

Buongiorno! Vi scrivo da neo specializzata per le attività di sostegno nella secondaria di secondo grado.
Vi chiedo un’informazione in vista delle prossime immissioni in ruolo da GPS.
Mi sono inserita nei giorni scorsi negli elenchi aggiuntivi della prima fascia in quanto appena specializzata su sostegno.
Se ho capito bene le immissioni in ruolo avverranno da Gps.
In prima fascia ci sono persone con meno anni di servizio su sostegno di me, anche uno solo, hanno conseguito la specializzazione anno scorso, ma io che ho più anni di servizio (4 su sostegno e uno su materia) e lo stesso titolo di specializzazione, conseguito quest’anno, verrò immessa in ruolo dopo di loro?.
Se fosse così non mi sembra molto corretto, è lo stesso titolo…il servizio dovrà pur contare…
Grazie mille per la preziosa gentilezza nell’ascolto.

Il decreto Sostegni bis prevede il requisito di servizio solo per l’assunzione su posto comune, mentre per il sostegno vale solo il titolo e quindi si potrà scorrere la graduatoria in base all’ordine senza riferimento agli anni di insegnamento che potranno costituire titolo aggiunto nella pratica quotidiana ma non per l’assunzione.

Le caratteristiche delle immissioni in ruolo da GPS

  1. si tratta di una procedura straordinaria, valida solo per l’anno scolastico 2021/22
  2. sarà applicata solo ai posti residui dalla fase ordinaria delle assunzioni (quindi dopo GaE, concorso 2016, concorso 2018 + fascia aggiuntiva e per la scuola secondaria concorso straordinario 2020 e concorso STEM)
  3. bisognerà prevedere quanti posti accantonare per i concorsi ordinari banditi ad aprile 2020 e ancora non svolti (i posti saranno restituiti negli anni successivi).
  4. potrà essere utilizzata solo la GPS prima fascia + eventuali elenchi aggiuntivi (iscrizione prevista dal 16 al 24 luglio)
  5. i posti saranno assegnati prima con contratto a tempo determinato e solo dopo l’anno di prova e il superamento della valutazione finale a tempo indeterminato
  6. la procedura interesserà sia i posti di sostegno che posto comune, eventualmente residui (e nel limite massimo delle assunzioni autorizzate dal MEF)

Nomine su sostegno e nomine su posto comune

Le GPS utilizzate saranno quelle costituite in base all’OM. n. 60/2020 (ci si augura che gli Uffici Scolastici le ripubblichino in seguito alle esclusione, rettifiche e convalide operate nell’anno scolastico 2020/21), non sarà possibile cambiare provincia.

Per il sostegno si scorrerà la relativa graduatoria, senza riferimento al servizio svolto. La previsione è di coprire circa 11mila posti, ma non si conosce ancora la distribuzione per provincia.

Per l’assunzione su classe di concorso invece è stato modificato il requisito. Mentre nel testo base del Decreto Sostegni si parlava in maniera generica di tre anni di servizio negli ultimi dieci (e tutto faceva propendere anche per il servizio misto, sostegno + classe di concorso) nel  testo pubblicato in Gazzetta ufficiale dopo l’approvazione definitiva si parla invece di “tre annualità di servizio, anche non consecutive, negli ultimi dieci anni scolastici oltre quello in corso, nelle istituzioni scolastiche statali svolte su posto comune”. 

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione