Assunti in Toscana 2mila prof su 4.500 posti liberi. “Ci vuole il concorso”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Domenico Petruzzo, direttore dell’Ufficio scolastico regionale per la Toscana, a margine di una conferenza stampa, ha commentato la nota diffusa nei giorni scorsi dai sindacati Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua, Snals Confsal e Gilda Unams della Toscana sulla mancata nomina in ruolo per circa 3mila posti sui 4.500 previsti per la Toscana.

Domenico Petruzzo, direttore dell’Ufficio scolastico regionale per la Toscana ha commentato la nota diffusa nei giorni scorsi dai sindacati Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua, Snals Confsal e Gilda Unams della Toscana sulla mancata nomina in ruolo per circa 3mila posti sui 4.500 previsti per la Toscana.

“I dati – commenta Petruzzo – sono i nostri, li abbiamo pubblicati noi: in Toscana il Governo ha stabilito di fare 4.500 assunzioni, ma ci vogliono le persone da assumere. Intanto metteremo dei supplenti, in attesa che vengano espletati i concorsi”.

Il ministro, ha aggiunto il direttore, “ha detto che sta preparando una procedura di semplificazione per sveltire i concorsi e farli annualmente, in modo che ci sia sempre una graduatoria, ma comunque una percentuale di circa il 10% di supplenze è fisiologica”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione