Assunti concorso straordinario bis: cambiano scuola in caso di contrazione di organico. Accantonamento posti a livello provinciale

WhatsApp
Telegram

Il docente assunto da concorso straordinario bis, nell’a.s. 2022/23, ha il posto accantonato a livello di singola scuola oppure a livello provinciale. Ecco perché. 

Procedura straordinario bis

La procedura straordinaria in esame [prevista dall’articolo 59, comma 9-bis, del DL n. 73/2021, convertito in legge n. 106/2021, come modificato dal DL 228/2021, convertito in legge n. 15/2022, e finalizzata alla copertura dei posti comuni della scuola secondaria di I e II, residuati dalle immissioni in ruolo ordinarie (da GaE e GM) e dalle assunzioni straordinarie da GPS a.s. 2021/22] si articola nelle seguenti fasi:

  • concorso
  • nomina, nell’a.s. 2022/23, a tempo determinato (al 31/08)
  • svolgimento, nell’a.s. 2022/23, del percorso di formazione universitario con prova conclusiva e svolgimento anno prova
  • superata la prova conclusiva e l’anno di prova, immissione e conferma in ruolo nell’a.s. 2023/24, con decorrenza 1° settembre 2023 o, se successiva, dalla data di inizio del servizio, nella medesima istituzione scolastica presso cui hanno prestato servizio a tempo determinato
  • abilitazione 

Evidenziamo che:

  • in caso di valutazione negativa del periodo di prova, gli aspiranti devono reiterarlo (ciò è possibile una sola volta), mentre in caso di mancato superamento della prova conclusiva del percorso di formazione universitario decadono dalla procedura, con relativa impossibilità di trasformazione a tempo indeterminato del contratto (il servizio prestato viene valutato quale incarico a tempo determinato);
  • non tutte le procedure si sono concluse in tempo utile nelle varie regioni e, all’interno di queste, per tutte le classi di concorso. Ciò vuol dire che non tutti gli aspiranti sono stati assunti a tempo determinato (e non lo saranno) nell’a.s. 2022/23, a causa dell’impossibilità di raggiungere i previsti 180 giorni di servizio, di cui almeno 120 di attività didattiche, cui è subordinato il superamento dell’anno di prova;
  • gli aspiranti suddetti, ossia coloro i quali non sono assunti nel corrente anno scolastico, poiché le GM non sono state pubblicate in tempo utile, intraprenderanno il percorso il prossimo anno scolastico e lo concluderanno con l’immissione e la conferma in ruolo nel 2024/25 (disposizione queste contenuta nel decreto Milleproroghe);
  • i posti non assegnati per rinuncia possono essere attribuiti scorrendo le graduatorie, idonei compresi (disposizione queste contenuta nel decreto Milleproroghe);
  • i docenti di ruolo, a determinate condizioni, possono mantenere il contratto a tempo indeterminato e accettare l’assunzione a tempo determinato, finalizzata al ruolo, usufruendo dell’art. 36 del CCNL 2007.

Come detto sopra, dunque, i docenti assunti a tempo determinato nel corrente anno scolastico da concorso straordinario bis, superati periodo di prova e prova conclusiva del percorso universitario, saranno immessi e confermati in ruolo, con decorrenza 1° settembre 2023, nella medesima scuola in cui hanno svolto il servizio a tempo determinato.

Cosa succede in caso di contrazione di organico? Considerato che i docenti in questione, nell’a.s. 2022/23, non sono ancora assunti a tempo indeterminato e quindi non sono ancora titolari nella scuola, in cui sono stati assunti a tempo determinato, sarà loro assegnata una sede nella provincia di assunzione, come si legge anche nel CCNI 2022/25 e nell’OM n. 36/2023 disciplinante la mobilità per l’a.s. 2023/24

Accantonamenti posti

Così leggiamo nell’articolo 1/9 dell’OM 36/2023:

Con riguardo alle sedi disponibili per le operazioni di mobilità di cui all’articolo 8 del CCNI 2022, sono altresì indisponibili per le operazioni di mobilità 2023/24:

a livello di singola istituzione scolastica o a livello provinciale in caso di eventuale contrazione di organico, le cattedre destinate ai docenti da assumersi a tempo indeterminato con decorrenza giuridica ed economica dal 1° settembre 2023, all’esito della procedura concorsuale straordinaria di cui all’art. 59, comma 9 bis, del decreto-legge n. 73/2021, convertito con la Legge 23 luglio 2021 n. 106;

Dunque, per i docenti assunti a tempo indeterminato dallo straordinario bis, con decorrenza 1° settembre 2023, sono accantonati i posti nella scuola, in cui hanno svolto il servizio nell’a.s. 2022/23 oppure, in caso di contrazione di organico, a livello provinciale. Questo perché, come detto sopra, gli stessi nel corrente anno scolastico non sono ancora di ruolo e quindi titolari nelle scuole interessate.

Quesito

Una nostra lettrice chiede quanto segue:

Cara Lalla, lo scorso novembre ho vinto il concorso straordinario bis e ho iniziato l’anno di prova su una cattedra COE di 15 + 3 ore. Un mese fa circa mi informano dalla segreteria della mia scuola che quella cattedra, accantonata per il concorso, non risulta più per l’anno successivo. Precisamente, quelle 15 ore risultano ora come 12 ore di completamento per un collega di ruolo in altro istituto (dove ha 6 ore di titolarità) e 3 ore da assegnare a supplenza. Nella mia scuola non ci sono state contrazioni di organico, le ore sono sempre 15. Dall’USP competente mi dicono questo: avendo noi ora un contratto a tempo determinato, ha precedenza il personale di ruolo che ha perso ore e deve completare. Versione confermata anche da alcuni sindacalisti. È così? Non confligge con quanto detto dal bando riguardo l’assunzione in ruolo nella stessa sede dell’anno di prova e con quanto stabilito dall’ordinanza sulla mobilità per cui le cattedre accantonate non sono disponibili alle operazioni di mobilità del personale di ruolo? Purtroppo non sono la sola ad avere questa situazione!

La risposta fornita dall’Ufficio scolastico territoriale è corretta. Infatti, come detto sopra e come si legge nell’OM sulla mobilità, i posti sono accantonati a livello di singola scuola ma, nei casi di contrazione di organico, l’accantonamento è a livello provinciale, in modo da salvaguardare i docenti già di ruolo. La nostra lettrice, conseguentemente, avrà assegnata un’altra scuola nella provincia di assunzione.

La consulenza 

E’ possibile inviare un quesito a [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali).

WhatsApp
Telegram

La Dirigenza scolastica, inizio anno scolastico: la guida operativa con tutte le novità 2024/25 con circolari e documenti pronti all’uso