Assorbenti gratis in Scozia, in vigore la legge (vale anche per la scuola). In Italia solo nel 2021 Iva tagliata dal 22% al 10%

WhatsApp
Telegram

La Scozia è divenuta la prima al mondo a fornire gratuitamente assorbenti alle donne. Si tratta dell’entrata in vigore della legge approvata all’unanimità dai parlamentari scozzesi nel novembre 2020 che vincola legalmente le autorità a fornire prodotti per il ciclo femminile gratuitamente a “chiunque ne abbia bisogno”.

La norma era già in vigore dal 2018 in scuole, college e università. L’iniziativa è “fondamentale per uguaglianza e dignità: siamo fieri di essere il primo governo nazionale a intraprenderla”, ha sottolineato la responsabile del dicastero per la Giustizia Sociale, Shona Robinson.

Il provvedimento ha l’obiettivo di combattere lo stigma delle mestruazioni: secondo un sondaggio realizzato tra le giovani scozzesi, acquistare prodotti per il ciclo imbarazza il 71 per cento delle ragazze tra i 14 e i 21 anni e la metà di loro ha saltato scuola per motivi legati alle mestruazioni.

Cosa accade, invece, in Italia? Ancora non si parla della gratuità dei prodotti per l’igiene intima femminile. C’è stato, però, un passo in avanti con la riduzione dell’Iva sugli assorbenti. La misura fu introdotta nel 1973. All’inizio si trattava di una tassazione del 12% che, come è avvenuto per altri beni, è cresciuta fino ad arrivare al 22%. Con la legge di Bilancio 2022, c’è la riduzione dell’Iva per i tamponi e gli assorbenti femminili dal 22 al 10%.

WhatsApp
Telegram

Avviso importante: come ottenere la Cessione del Quinto in Convenzione NoiPa senza pagare Commissioni e Spese d’istruttoria con PrestitoPiù