Assoscuola: dichiarazione unilaterale di conformità codice etico fornitori della scuola

WhatsApp
Telegram

Ill.mo Sig. Ministro Dott. Patrizio BianchiMinistro dell’Istruzione 
Gent.ma Dott.ssa Barbara FloridiaSottosegretario MI 
Gent.mo Dott. Rossano SassoSottosegretario MI 
Gent.mo Dott. Stefano VersariCapo dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
Gent.mo Dott. Jacopo GrecoCapo dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali 
Gent.ma Dott.ssa Gianna BarbieriDirettore generali per i contratti, gli acquisti e per i sistemi informativi e la statistica
Gent.mi Dirigenti Scolastici 
Gent.mi Direttori S.G.A.

Roma lì, 29 novembre 2021

Oggetto: Dichiarazione unilaterale di conformità codice etico fornitori scuola

Assoscuola, l’associazione che raggruppa le principali aziende fornitrici di prodotti e servizi software per la gestione delle scuole (rappresentando di fatto circa l’80% delle scuole pubbliche), ha il piacere di annunciare la stipula di un Codice Etico (testo integrale) che impegna le aziende sottoscrittrici, riportate in calce a questa lettera, a rispettare, in modo rigoroso, regole tecniche e di comportamento tali da offrire alle scuole clienti le migliori garanzie per una corretta concorrenza tra le aziende nonché di salvaguardia e portabilità del patrimonio di dati di cui le scuole sono detentrici.

Per maggiore trasparenza riportiamo nel seguito i punti più qualificanti a cui le sopraddette aziende sottoscrittrici hanno già dichiarato di essere conformi:

1. Art.2 par. IV, del Codice Etico:esportazione dei dati contenuti negli archivi della Scuola, in formato standard, concordato e condiviso, al fine di facilitare il più possibile l’integrità dei dati stessi, in caso di passaggio ad altro fornitore;

2. Assenza di conflitti di interesse, come previsto al punto 7 dell’art.1 del Codice Etico, che impegna gli associati “a mantenere un comportamento responsabile ed equilibrato, evitando situazioni di conflitto di interesse, anche nei confronti dei clienti”, quali, a titolo di esempio esemplificativo e non esaustivo:

a. partecipazioni societarie in aziende (anche tramite altre ad esse riconducibili) che, pur in settori diversi, operano nello stesso mercato provocando di fatto una distrazione dalla naturale e sana competizione commerciale che dovrebbe basarsi solo sulla qualità dei prodotti e dell’assistenza. A titolo puramente esemplificativo, essere soci di un’azienda che propone i propri servizi di DPO nelle scuole;

b. legami societari con associazioni sindacali e di categoria che raggruppano personale della scuola a tutti i livelli, e che potrebbero impropriamente influenzare, nei momenti decisionali, le scelte di prodotti e servizi software per la gestione delle scuole.

c. lealtà dei comportamenti tra gli associati come previsto al primo punto dell’art.4 del Codice Etico.

Riteniamo che il pieno rispetto di tali impegni rappresenti la migliore garanzia a tutela del patrimonio informativo delle scuole e della qualità dei prodotti forniti, oltre che della funzione di proficuo affiancamento, da parte dei fornitori, nei confronti delle scuole, in tutti i loro quotidiani adempimenti gestionali.

La piena attuazione di una sana competizione di mercato comporta la riduzione dei costi sostenuti dalle scuole, insieme all’incremento della qualità dei prodotti e dei servizi offerti dai fornitori, il tutto nell’interesse primario delle Scuole e del Ministero dell’Istruzione.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur