Giannelli (ANP): “Sia il Dirigente a scegliere i docenti e decidere il merito. Sistema reclutamento attuale è fallimentare” [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

“Sono a favore dell’assunzione diretta da parte delle scuole, o da parte dell’istituto o in modo privatistico. Questo è consentito dalla Costituzione”. Così il presidente dell’Associazione Nazionale Presidi, Antonello Giannelli, durante la diretta su Orizzonte Scuola dedicata alle priorità del nuovo Ministro dell’Istruzione.

“Va riformato il meccanismo delle assunzioni, – ha aggiunto – che è fallimentare, ma da 50 anni. Abbiamo un grosso problema di precariato e un problema serio sugli organici, specialmente quelli Ata. Sono sottodimensionati e, spesso, con deficit di competenze”.

Poi aggiunge: “Chi valuta il merito? Il preside, il capo di istituto. Nella scuola spazio per l’anarchia non c’è. Sia il preside a stabilire il merito insieme con un comitato di valutazione. È chiaro che poi ne deve rispondere”.

Giannelli sostiene l’idea del merito spiegando che è un “concetto previsto dallo stesso articolo 34 della Costituzione”.

“La parola però si presta a due interpretazioni distinte – sottolinea -. Una riferita agli alunni che, come dice la Costituzione, andrebbero aiutati quando meritevoli, e una riferita ai dipendenti, tutti. Io sono assolutamente favorevole alla valorizzazione del personale, e difendo anche il concetto del bonus, che andrebbe invece aumentato”.

“Ovviamente non so cosa pensa il governo né cosa vorrà fare – conclude -. Noi giudicheremo l’operato dalle azioni”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur