Assistenza disabili, denunciati assistenti manifestanti a Palermo

WhatsApp
Telegram

comunicato Slai Cobas Palermo – Mentre Ivan e i suoi compagni disabili continuano a non andare a scuola, ormai siamo a quasi 60 giorni di non frequenza dall’inizio delle lezioni dopo le vacanze di natale,
Mentre i servizi di assistenza igienico personale e di trasporto nelle scuole superiori continuano VERGOGNOSAMENTE a essere erogati a singhiozzo i primi e a non esserci completamente il secondo,  gli Assistenti precari dello Slai Cobas s.c. che lottano incessantemente da mesi insieme ai genitori degli studenti disabili sono stati denunciati dalla Questura di Palermo di Palermo per manifestazione non autorizzata. In questi giorni le denunce sia ai delegati che a diversi precari e precarie stanno arrivando le denunce.

Lottare in modo piu’ che legittimo e giusto contro i palazzi del potere che ad oggi, nonostante i vari PROCLAMI  del Presidente Crocetta, del sindaco Orlando… non hanno risolto proprio nulla continuando a ledere in modo gravissimo diritti sacrosanti, in questo sistema è REATO! E l’unica risposta che continuano a dare alle emergenze sociali è la repressione poliziesca!

invece di colpire i veri responsabili dello SCEMPIO SOCIALE che ogni giorno si aggrava si colpiscono lavoratori che con  coraggio e determinazione stanno lottando in difesa di diritti basilari.

Precari e Precarie Assistenti Igienico-personale
Slai Cobas per il sindacato di classe Palermo

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur