Assistenza alunni con disabilità, Cangemi (PCI): lezioni iniziate ma servizio non attivato. La storia si ripete

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato Luca Cangemi (PCI) – L’assistenza agli studenti con disabilità, che frequentano le scuole superiori del territorio catanese è travagliata, da molti anni, da problemi di gestione e di risorse, che il governo e l’assemblea regionale da un lato e la Città metropolitana dall’altro continuano a non affrontare. – ha dichiarato Luca Cangemi, responsabile nazionale scuola del PCI

Le conseguenze negative sul percorso scolastico dei ragazzi, sulla vita quotidiana delle loro famiglie, sul funzionamento dell’intero sistema dell’istruzione, sul reddito e l’occupazione degli operatori sono molto pesanti.

Con l’inizio delle lezioni di questo nuovo anno scolastico la situazione, se possibile, si è ulteriormente aggravata, arrivando ad un punto di rottura.

I servizi non solo non sono partiti, nonostante l’inizio delle lezioni (circostanza bizzarra: la Regione continua ad anticipare l’inizio dell’anno scolastico in Sicilia senza approntare i servizi che da essa dipendono) ma la dotazione finanziaria rimane incerta e sicuramente di gran lunga inferiore alle necessità. Siamo di fronte al fortissimo rischio di un avvio senza certezze in un’attività che per le sue stesse caratteristiche richiede programmazione e continuità.

In questo quadro disperato delle risorse disponibili appare ancor più grave ed incomprensibile (se si parte da elementari principi di buona amministrazione…) la decisione estiva della Città metropolitana di ritirare un bando da essa stessa emanato per affidare il servizio di assistenza alla comunicazione all’intermediazione monopolistica delle cooperative. È una decisione illogica che danneggia gli operatori sul piano della retribuzione, aumenta i costi del servizio e non ha alcuna giustificazione gestionale plausibile. Un atto comprensibile solo alla luce della volontà di conservare un sistema d’interessi collaudato. Il PCI chiama tutto il mondo della scuola a assumere iniziative, a tutti i livelli, contro questa situazione gravissima e a porsi l’obiettivo dell’immediata attivazione di tutti i servizi previsti e di una profonda riforma della gestione del settore. – ha concluso Cangemi

Versione stampabile
anief banner
soloformazione