Assistenza ai disabili. La regione Lombardia chiede stanziamenti entro marzo 2017

Gli alunni con disabilità continuano ad avere problemi dopo il passaggio delle competenze alla Città metropolitana.

In Lombardia è stata approvata una mozione del Movimento 5 stelle che impegna la Giunta Maroni a stanziare 10 milioni per la conclusione dell’anno scolastico in corso, chiedere al Governo stanziamenti aggiuntivi e la garanzia che i fondi statali arrivino nel primo trimestre del 2017.

Il Consiglio regionale lombardo ha approvato all’unanimità (48 sì sui 49 presenti) una mozione promossa dal Movimento 5 Stelle che invita la Giunta Maroni ad attivarsi presso il Governo per garantire che il trasferimento dei fondi per il 2017 venga effettuato entro il primo trimestre del nuovo anno.

In Lombardia servirebbero circa 30 milioni di euro l’anno per garantire i servizi necessari e mettere gli alunni con disabilità nelle condizioni di realizzare pienamente il loro diritto allo studio: lo stanziamento di 70 milioni di euro per l’intera Italia è evidentemente sottodimensionato rispetto al bisogno e ai servizi erogati, così che Regione Lombardia per l’anno scolastico 2015/16 ha stanziato altri 10 milioni ad integrazione delle risorse arrivate dal riparto dello stanziamento statale, peraltro arrivato solo a ottobre 2016.
Nei giorni scorsi la Regione Veneto ha approvato un documento condiviso per il riordino delle funzioni non fondamentali delle Province e della Città metropolitana di Venezia, tra cui rientrano anche i servizi di assistenza e trasporto per gli alunni con disabilità. La scelta del Veneto è stata quella di riallocare in capo alla Regione le funzioni non fondamentali in materia di sociale.

Docenti neoassunti, formazione su didattica digitale integrata. Affidati ad Eurosofia per acquisire le competenze richieste