Assistenti lingua straniera: 220 unità per le scuole italiane, numero di posti per Regione. Avviso Miur

WhatsApp
Telegram

Il Miur ha pubblicato un avviso relativo all’assegnazione di assistenti di lingua straniera alle istituzioni scolastiche italiane per l’a.s. 2017/18.

Detta assegnazione avviene nell’ambito del Programma di scambio di assistenti di lingua straniera, promosso dal Miur in attuazione degli  Accordi culturali  tra  l’Italia  e  Austria,  Belgio,  Francia,
Regno  Unito,  Irlanda,  Germania  e  Spagna.

Come leggiamo nell’avviso, l’opportunità  di  accogliere un assistente  di  lingua  straniera (inglese,  francese, spagnolo  e  tedesco), nel  corso  del  prossimo  anno scolastico, è offerta ad un numero limitato di Scuole.

Requisiti e compiti dell’assistenza di lingua

L’assistente di lingua:

  • è un giovane laureato o studente universitario;
  • ha una conoscenza di base della lingua italiana;
  • viene selezionato nel Paese europeo di provenienza;
  • affianca il docente di lingua e cultura straniera per 12 ore settimanali nel corso di un periodo di tempo che può variare da un minimo di  6 mesi fino a un massimo di 8 mesi.

Numero posti e ripartizione regionale

Il numero di posti e la  ripartizione  del contingente  per  Regione, indicati nell’Avviso, sono soggetti a possibili variazioni a seguito di riduzioni o aggiunte di unità rispetto a quelle previste e indicate nell’Avviso.

Il numero complessivo di posti, di seguito ripartiti per Paese di provenienza, è pari a 220 unità:

  • Austria n. 20;
  • Belgio (comunità francofona) n. 3; 
  • Francia n. 98; 
  • Irlanda n. 6; 
  • Regno Unito n. 53; 
  • Germania n. 20; 
  • Spagna n. 20.

Questi, invece, i posti assegnati a ciascuna Regione per le diverse lingue:

Condizioni di ammissibilità e individuazione Istituti scolastici

Le Scuole, per poter essere ammesse alla procedura di assegnazione degli assistenti di lingua, devono:

  • prevedere di anticipare qualche mensilità dei compensi dovuti all’assistente all’avvio dell’anno scolastico, in considerazione dei possibili  ritardi dovuti alle procedure iniziali  di gestione  del bilancio e alla   necessità   di acquisire la documentazione relativa alla presa  di servizio dell’assistente, che ha luogo il 1° ottobre di ogni anno;
  • verificare che siano previste almeno 24 ore settimanali di insegnamento curricolare della lingua per la quale si chiede l’assistente.  Tali ore devono essere distribuite su un minimo di due cattedre (unica  eccezione  è  l’assegnazione  condivisa  analizzata di  seguito) e organizzate  in maniera che l’assistente possa collaborare con un massimo di quattro docenti di lingua;
  • assicurare un’adeguata  integrazione dell’attività dell’assistente all’interno  dell’Istituto, attraverso l’elaborazione di un progetto inserito nel Piano dell’offerta formativa e la designazione di un docente con  funzioni di tutor dell’assistente e di coordinatore di tutti i docenti del  dipartimento della lingua straniera di riferimento, in considerazione  del  fatto  che l’assistente non è un docente, ma un neolaureato o studente universitario.

Gli Uffici scolastici regionali, verificati i requisiti di ammissibilità, individuano gli Istituti assegnatari degli assistenti di lingua sulla base dei seguenti criteri:

  • la presenza di collegamenti alla rete di trasporto pubblico;
  • la prossimità delle scuole richiedenti a sedi universitarie;
  • la possibilità di offrire servizi aggiuntivi all’assistente (alloggio, mensa, ecc…);
  • la   valorizzazione   della   lingua   straniera   nel Piano dell’offerta   formativa   attraverso corsi extracurricolari  o altre iniziative o  progetti  relativi alla  lingua  per  la  quale  si  richiede  l’assistente (per es.: sperimentazione CLIL, scambi e gemellaggi, partenariati europei…).

Oltre ai suddetti criteri, gli Uffici scolastici regionali sono invitati a non concentrare, laddove possibile, le assegnazioni in una specifica area urbana e ad assegnare gli assistenti prioritariamente alle scuole che non  abbiano beneficiato  dell’assistente in anni recenti e per più anni consecutivamente.

La selezione delle scuole assegnatarie deve concludersi entro il 24 marzo 2017, data in cui gli UU.SS.RR. devono inviare, alla D. G. per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del S.N.I.,  l’elenco  delle scuole selezionate. Nell’elenco il numero di scuole sarà superiore a quello dei posti disponibili per Regione, in quanto si dovranno riportare non solo gli Istituti individuati come prioritari,  per  un  numero  pari  a  quello  del  numero  di  posti  assegnati  alla Regione, ma anche quelli individuati come “riservisti. Questo l’indirizzo email, cui inviare l’elenco: [email protected]

L’Avviso offre la possibilità di richiedere l’assistente in assegnazione condivisa con un altro Istituto, qualora non si raggiunga il numero minimo di 24 ore settimanali previste per la lingua di interesse. Tale richiesta può essere effettuata solo se i due Istituti, richiedenti l’assegnazione condivisa, abbiano sedi raggiungibili facilmente a piedi o con mezzi pubblici.

Gli  istituti  scolastici  individuati  dagli  UU.SS.RR.  in  assegnazione  condivisa  devono  effettuare entrambi le procedure di accreditamento on-line, di seguito descritte.

Accreditamento on-line delle scuole selezionate

Le scuole individuate dall’USR di competenza (comprese gli istituti riservisti) devono procedere alla richiesta online, compilando e inviando l’apposito modulo,  entro il 3 aprile 2017. Il modulo sarà disponibile nella pagina Miur dedicata.

L’accreditamento online è propedeutico all’assegnazione dell’assistente di lingua, poiché, leggiamo nell’avviso, non sarà possibile attribuire l’assistente, sebbene indicate come assegnatarie   dall’U.S.R. , alle scuole che  non  provvederanno  ad  accreditarsi  sul  sistema  on-line.

Periodo di svolgimento e attività didattiche

Gli assistenti opereranno in Italia dal 1° ottobre 2017 al 31 maggio 2018.

Le   attività didattiche dell’assistente dovranno  svolgersi in compresenza  con il docente italiano della rispettiva lingua  straniera o di  una  disciplina  non  linguistica nel caso di lezioni svolto secondo la metodologia CLIL.

Non  è  ammessa, viene sottolineato nell’Avviso,  la compresenza  dell’assistente con docenti di conversazione straniera, pertanto si dovrà limitare l’attività dell’assistente alle sole sezioni in cui non è prevista la presenza di docenti conversatori.

Consigliamo alle Istituzioni scolastiche interessate di monitorare il sito dell’USR di competenza per eventuali ulteriori comunicazioni.

Avviso Miur

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro